Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Tenuta Nuestra Señora del Carmen

136
1

La Tenuta denominata Hacienda la Fuenlonguilla, si trova a mezzo chilometro dal paese lungo la statale (SE-457). Risalenete al 1858, era utilizzata per attività agricole e zootecniche; oggigiorno se ne conserva il frantoio, ancora in perfette condizioni, così come il resto del complesso.

L'edificio è costruito con muri a secco insieme a mattoni grezzi che ne abbelliscono la povertà. L'intero immobile è coperto da un soffitto a cassettoni di travi in legno e cemento ricoperte da tegole arabe.

La masseria è a pianta rettangolare costituita da due zone, la parte nobile, dove abitavano gli ex proprietari e la zona di lavoro, dove si trova il frantoio. Sulla facciata neoclassica spicca il grande portone con arco ribassato riparato da grandi modanature, al di sopra del quale si trova il balcone con un'artistica ringhiera in ferro battuto e varie finestre con inferriate incastonate.

L’attrazione più importante di tutto il complesso è il vecchio frantoio. La struttura del frantoio ricorda quella di una cattedrale gotica per gli enormi archi a sesto acuto molto alti disposti nel prospetto.

Di fronte alla Tenuta si trova un piccolo parco, di cui si conserva una fontana, la Fuente de la Plata, e un abbeveratoio di origine araba, al quale si accede dal Paseo de la Fuenlonguilla.

La Tenuta accoglie tra le sue sale, oltre al Museo dell'Olio, il Museo Archeologico e una mostra di manifesti di flamenco. Dal 1991, ogni anno nel cortile si tengono l’Incontro di  Cante Jondo e il Concorso Internazionale di Flamenco, manifestazioni che hanno generato l’importante raccolta di manifesti qui esposti.
 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.