Ferias y Romerias

Siviglia ti fa innamorare

Nell’ambito degli appuntamenti classici delle estati di Dos Hermanas troviamo questo Festival che, anno dopo anno, è diventato un punto di riferimento dei concorsi di flamenco a livello nazionale. Il luogo dove si svolge è l’Auditorium Municipale “Los del Río”, di solito durante la seconda settimana di giugno.

Il primo Gazpacho Andaluz realizzato a Morón de la Frontera risale al 31 agosto del 1963; questo festival consiste in una cena fredda con gazpacho, piatto andaluso che in estate diventa il piatto tipico dei locali, che insieme a soleares, seguiriyas, tanghi, martinetes, bulerías e altre varietà del cante jondo, diventa un festival adatto a soddisfare il pubblico più scelto.
 

Il Festival de la Mistela irrompe nel mondo dei festival flamenchi attraverso un nuovo formato che si sta consolidando con personalità propria, e che occupa già uno spazio definito nel panorama flamenco di questo nuovo secolo. Lì il cante, il toque e il ballo sono protagonisti indiscussi con le più importanti figure del genere.

Organizzato dall’Área di Cultura del Comune con la collaborazione della Diputación Provincial, la Madrugà Flamenca del Festival del Algodón (lett. “mattinata flamenca del festival del cotone”) è una tradizione già consolidata nel comune, a partire dalla sua origine nel 1994.

Organizzato dal Comune di El Rubio, questo festival si distingue per i suoi cartelloni che includono tutte le tendenze del nuovo flamenco, con spettacoli di “cante jondo"1, ballo flamenco e chitarra classica.

La Tenuta denominata Hacienda la Fuenlonguilla, si trova a mezzo chilometro dal paese lungo la statale (SE-457). Risalenete al 1858, era utilizzata per attività agricole e zootecniche; oggigiorno se ne conserva il frantoio, ancora in perfette condizioni, così come il resto del complesso.

Il Festival di Cante Jondo è uno dei festival più antichi della provincia di Siviglia.

Questo appuntamento con il flamenco ha luogo nel mese di luglio. È organizzato dalla Peña Cultural Flamenca “El Niño de la Jara” e si avvale, tra gli altri, della collaborazione del Comune di Martín de la Jara.