San Nicolás del Puerto Puente de Piedra

Sevilla enamora

La tenuta Dehesa Yerbabuena, oltre all'attività di allevamento di bestiame bravo, svolge, da più di dieci anni, attività turistiche legate ai tori, tra i precursori nello sviluppo delle stesse nella provincia di Siviglia.

Svolge anche altre attività, anche se in misura minore, come l'agricoltura e l'allevamento di bestiame manso ed equino.

Ad un passo da Siviglia, nelle terre di Utrera, pascolano i leggendari murubes, in una proprietà di 850 ha (500 di pascolo per i tori e 350 di terre coltivate a grano, girasoli e avena). Tipico cortijo della campiña sivigliana al confine con Cadice, nel cui paesaggio si alternano ulivi selvatici e lentischi e si possono veder correre conigli e sorvolare pernici.

Il Pilar del Barranco è un antico abbeveratoio dove si portava il bestiame, in quello che fu un avvallamento o solco, e dove confluiscono alcune correnti d’acqua sotterranea esistenti sotto la località. Viene fornita d’acqua da una cava che conduce l'acqua dalla via del Parpagón. 

Nel 2009 venne impermeabilizzata e restaurata. 

La Yeguada Miguel Ángel de Cárdenas è uno dei principali allevamenti del mondo dedicato al cavallo di Pura Raza Spagnola. Fondata negli anni ‘40 del secolo scorso da Miguel Ángel Cárdenas Llavanera, grande agricoltore e magnifico allevatore di specie diverse.

Quest’aula della natura e fattoria scuola offre un’ampia proposta attraverso una serie di attività mirate ad aumentare la sensibilizzazione e la consapevolezza ambientale, e a promuovere atteggiamenti che favoriscano la conservazione e, a volte, il recupero della nostra fauna e flora autoctona.

Questo allevamento fu fondato da Romualdo Jiménez con capi di bestiame di Flores e di Veragua e, sotto la direzione del figlio, Francisco Jiménez, fu accresciuto con capi di bestiame di Santa Coloma e di Argimiro Pérez-Tabernero.

Si tratta di una struttura pensata per l'educazione ambientale e l’agriturismo situate presso una proprietà di sette ettari di bosco mediterraneo, localizzata presso il comune di Castilblanco de los Arroyos, Siviglia, e immerso in un’area di grande ricchezza culturale e biologica vicina al Parco Naturale Sierra Morena.