Écija Palacio Peñaflor

Siviglia ti fa innamorare

Ciminiera del XX secolo con pianta quadrata e dall’altezza complessiva di circa 15 metri. La sua struttura è in mattoni. I suoi valori principali sono etnografici, in quanto elemento identificativo della tradizionale attività industriale del paese e, allo stesso tempo, paesaggistici, essendo chiaramente identificabile nel profilo urbano della località.

Torri contrappeso di mulini con pressa a trave per l’elaborazione dell’olio d’oliva verso il XVIII secolo, e rispettivi capannoni. Cinque sono le torri esistenti, la più bella si trova vicino a un antico luogo di riposo lungo la strada che attraversava il paese, oggi giardini.

La Torre del Mulino della Hacienda di San Sebastián è un edificio costruito alla fine del XIX secolo nell'antica Hacienda di San Sebastián, di cui, attualmente, rimangono solo il Portale della suddetta Hacienda e una delle torri laterali. Disegno tipico della hacienda andalusa del XIX secolo, oggi è proprietà privata ed è in stato di semi-rudere.

Il fiume Guadaíra, nel suo passaggio per il centro di Alcalá, dà origine a un gran numero di parchi fluviali lungo le sue sponde, in totale circa 120 ettari di aree verdi, dichiarate Monumento Naturale dal Consiglio di Governo della Giunta di Andalusia il 30 dicembre 2011, in riconoscimento dei suoi valori naturali ed eco-culturali.

La Tenuta denominata Hacienda la Fuenlonguilla, si trova a mezzo chilometro dal paese lungo la statale (SE-457). Risalenete al 1858, era utilizzata per attività agricole e zootecniche; oggigiorno se ne conserva il frantoio, ancora in perfette condizioni, così come il resto del complesso.

La Certosa di Cazalla dedicata all'Immacolata Concezione si trova in un luogo idilliaco ricco di storia, circondato da boschi, una sorgente di acqua inesauribile e da panorami eccezionali. Ci sono resti celtici, fenici, romani, mussulmani e cristiani.

Comunemente noto come il Mulino della Aceña, compare anche nella documentazione del XVIII secolo tra i mulini ad acqua e battenti di Saldaña. La sua origine risale all’epoca araba. È situato in pieno letto del fiume Guadalquivir, nel tratto tra Cordova e Siviglia.