Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa Parrocchiale San Juan Bautista

217
0

Prende il nome dal patrono del municipio. In stile mudéjar, sebbene con elementi tipici dell'arte gotica e rinascimentale, sorge su un’antica moschea distrutta da un terremoto nel XIV secolo. Della costruzione iniziale si conserva solo l’antico presbiterio. 

Questo spazioso tempio a una sola navata e dall’aspetto di una fortezza presenta grandi contrafforti costruiti tra il XV e XVI secolo per recuperare le volte distrutte. I tetti sono a volta con nervatura nei due primi tratti della navata e di tipo a vela ellittica nel terzo.

Al suo interno spicca l’altare maggiore, realizzato dalla scuola portoghese nel 1699. Presenta un solo corpo, con colonne Salomoniche e elementi decorativi. Alla sua destra si trovano i resti di quella che, probabilmente, fu un dipinto murale che copriva l’intero battistero. Nonostante sia ancora oggi in fase di studio, è attribuito a Valdés Leal o alla sua scuola. Alla sua sinistra si trova la cappella di San Bartolomé, finanziata da Bartolomé Gómez del Castillo, ricco inquisitore che nel XVII secolo donò tutta la sua fortuna alla chiesa.

Tra gli altri elementi di interesse troviamo la cappella del Tabernacolo, con retablo attribuito a Martínez Montañés e il retablo e immagine della Virgen del Carmen, di Castillo Lastruzzi.

Dall'esterno si può ammirare il campanile a tre blocchi, rifinito da bellissime piastrelle sulla parte superiore. Dal belvedere noto come “el porche” (il portico), presso la Puerta del Perdón, si può ammirare la rete e il profilo delle vie del paese, così come l’arena.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.