Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa di Santa Barbara

181
2

La chiesa è composta da tre navate separate da archi a tutto sesto su pilastri, la navata centrale presenta soffitto con volta a botte, e le navate laterali con volte a crociera. Nonostante sia per la maggior parte un edificio del XIX secolo in stile neoclassico, esistono alcune parti della chiesa di periodi anteriori, di fatto secondo una tradizione la costruzione attuale è edificata su un palazzo romano; tuttavia ciò non è vero dato che il settore più antico, una navata affiancata al lato del Vangelo in stile mudéjar, è del XV secolo. 

Altri settori precedenti alle date di costruzione del corpo principale del tempio sono la cappella del Tabernacolo del 1782, decorata con stucchi e realizzata da Antonio Matías de Figueroa e la Cappella Sacramentale, opera di Ambrosio de Figueroa nel 1770 affiancata alla navata mudéjar, sulla navata sinistra, e che accoglie il retablo rococò di Jesús de la Soga (Gesù della Corda), scultura di Montes de Oca del 1732.

Il retablo maggiore, in stile neoclassico è dedicato a Santa Barbara, scultura della prima metà del XVIII secolo, accompagnata da altre immagini più recenti.

C’è da sottolineare anche la notevole costruzione a pianta rettangolare che costituisce la Cappella Battesimale, situata ai piedi della navata destra e coperta da volta semisferica, la quale ospita una splendida pila di marmo venato rosso e nero della fine del XVIII secolo.

La chiesa originaria presentava un campanile affiancato ai piedi della navata del Vangelo, vicino alla facciata principale, costruito in mattoni e formato da tre blocchi ottagonali, del XV secolo circa. A causa dei danni causati da un fulmine che lo colpì nel 1892, si iniziò la demolizione nel 1918 e si concluse nel 1929. 

L’oreficeria di questa parrocchia è di grande interesse, nonostante oggi la maggior parte si conservi presso la chiesa di Santa María. Dei pezzi conservati in situ occorre segnalare la corona, ostensorio e torre di Santa Barbara del XVIII secolo. 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.