Écija Palacio Peñaflor

Siviglia ti fa innamorare

Busto dedicato a questo torero locale.

È un busto dedicato a questo torero locale, nel quale possiamo leggere “Al famoso torero Pascual Márquez 1914-1941, il suo paese in segno di riconoscenza. Villamanrique. 1983". Tale monumento si trova nell’omonima via dove nacque il torero.

Nel 1731, un gruppo di ragazzi era solito uscire in strada cantando il rosario "più per divertimento puerile, che per devozione...". A loro cominciarono ad unirsi persone, fino a costituire la fratellanza dei Serviti, il cui frutto architettonico è la Chiesa di Nostra Signora Addolorata.

TEdificio costruito nel 1998, in cui si venera l’immagine del Sacro Cuore di Gesù, donato dall’Arcivescovato di Siviglia e che fosse il bozzetto del Sacro Cuore di Gesù di Tomares che si trovava nella Cattedrale. Si venera anche l’immagine del Cristo dell’Amore.

Fu eretta nell'ultimo terzo del XVI secolo. Costruita con muratura e conci, è costituita da un'unica navata con contrafforti esterni e testata poligonale. La pala dell'altare maggiore è in stile neoclassico, è ricomposta e contiene immagini moderne, come la Madonna dell’Oliva, realizzata da Sebastián Santos, e patrona del paese.

In quest’eremo si venera l’immagine del patrono di Osuna che sfila in processione per le vie della città tutti gli anni il 12 gennaio. La chiesa fu costruita nel XVII secolo e restaurata nel XVIII secolo. L’interno è a una sola navata con volta a botte e con una cupola su pennacchi nello spazio della crociera.

Famosa è la leggenda del “Gallo di Morón”, che non era un gallo, e nemmeno della città di Morón.

Costruita nel 1541, quando Juan Téllez Girón fonda il convento francescano del Corpus Domini, oggi in buona parte conservato.