La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Alcalá del Río

411
5

Alcalá del Río, la antica Ilipa Magna

Un altro dei paesi che deve la sua storia al Fiume Grande dell’Andalusia è Alcalá del Río. Incastonato nella Valle del Guadalquivir e circondato da aranci, ti conquisterà per la sua varietà monumentale e il paesaggio di contrasti. Viaggia al passato con il Giacimento Calcolitico e Tartesico della Angorilla o visitando i resti della sua muraglia romana, che difendeva la grande città di Ilipa Magna. Visita i suoi edifici religiosi di grande valore storico, come l’Eremo di San Gregorio di Osset, patrono di questa città, edificato dai Re Cattolici e che custodisce le spoglie di questo santo cristiano. 

Se preferisci immergerti nella natura, potrai dedicarti alla pesca del cefalo in riva al Guadalquivir, uno sport che vanta molti appassionati in questa località. Inoltre, troverai questo pesce cucinato in diversi modi nei ristoranti del paese. Non dimenticarti di provarlo marinato, una vera specialità. 

Tuttavia, se vuoi davvero “sentire” questa località rivierasca, la cosa migliore da fare è vivere la sua festa grande, la Settimana Santa. È stata dichiarata di Interesse Turistico Nazionale e vanta fratellanze di oltre 500 anni. È l’evento più atteso dell’anno, in cui tutto il paese si veste a festa.

Vieni e solletica i tuoi sensi in questa località sivigliana bagnata dal Guadalquivir. 


Come arrivare

Se arrivi in auto da Siviglia, l’itinerario più breve è per la strada A-8006. Attraverserai la località di La Algaba e, proseguendo sulla stessa strada, arriverai a destinazione. 

Questa località non dispone di stazione ferroviaria, ma, attraverso il Consorzio dei Trasporti di Siviglia, è possibile arrivare grazie alla linea di autobus M-115, il cui tragitto tocca Siviglia, La Rinconada, Alcalá del Río.


Come muoversi

Puoi percorrere il centro storico a piedi e goderti la bella atmosfera che si respira per le strade. Non c’è niente di meglio che passeggiare lungo le rive del Guadalquivir contemplando un bel tramonto. 


Perché visitarla

  • Entra nel Reale Eremo di San Gregorio di Osset, in cui riposano le spoglie di questo martire cristiano. 
  • Impara a pescare cefali, barbi e carpe in riva al Guadalquivir nel suo passaggio per Alcalá del Río. 
  • Scopri l’importanza che ebbe la città romana di Ilipa Magna nel Centro d’interpretazione della Muraglia.
  • Vieni e vivi la Settimana Santa e capirai perché è stata dichiarata Festa d’Interesse Turistico Nazionale. 
  • Deliziati con la sua gastronomia, con piatti tipici come il cefalo marinato o al pomodoro e il barbo in giallo. 
  • Bevi una buona spremuta d’arancia, prodotto locale che, da qui, viene trasportato a Valencia per la sua commercializzazione. 
  • Passeggia nei dintorni della Diga, della Centrale Idroelettrica e dei Giardini di Winthuysen, e ti darai conto della portata di questo grandioso progetto. 


Cosa visitare

Inizia la tua visita ad Alcalá del Río esplorando il centro storico. Nel Centro d’Interpretazione della Muraglia scoprirai il passato romano di questa località, la quale fu, anticamente, la grande città di Ilipa Magna. Proseguendo a piedi per questa zona, in direzione di Plaza de España, troverai i resti della curia e del foro romano, oltre ad altre vestigia della muraglia, dichiarata Bene d’Interesse Culturale

Prima di arrivare in centro, ti imbatterai in uno degli edifici più importanti per gli abitanti del luogo: il Reale Eremo di San Gregorio di Osset, il patrono nel paese. In esso riposano le spoglie del santo da quando, nel XV secolo, fu edificato per ordine dei Re Cattolici. Potrai anche visitare, in zona, il museo della Casa Fratellanza della Solitudine con un meraviglioso mosaico romano e gli oggetti di oreficeria della Casa Fratellanza della Vera Croce.

Prosegui, ora, verso Plaza del Calvario per visitare un altro rilevante monumento religioso di Alcalá del Río: la Chiesa di Santa Maria Assunta. Si tratta di uno degli edifici mudéjar più interessanti della provincia sivigliana, che spicca per la sua torre difensiva, simbolo della località. 

Accanto alla Chiesa, si trova la Casa della Cultura, dove potrai ammirare una pregiata esposizione archeologica con reperti che vanno dal neolitico all’epoca romana. Infine, per concludere la tua visita del centro, nella parte meridionale hai il Giacimento Calcolitico e Tartesico della Angorrilla, da cui ebbe origine la popolazione. 

Ti consigliamo, a questo punto, una piacevole passeggiata lungo le rive del Guadalquivir, durante la quale avvisterai l’imponente presa, il ponte e la Centrale Idroelettrica. Visita la Centrale e addentrati nei bei Giardini di Winthuysen


Luoghi da visitare

  1. Reale Eremo di San Gregorio di Osset
  2. Complesso Monumentale Chiesa Santa Maria Assunta e Torre Mudéjar
  3. Casa della Cultura e Collezione di Archeologia
  4. Casa Fratellanza / Museo della Solitudine
  5. Casa Fratellanza / Museo della Vera Croce
  6. Muraglia e Centro d’Interpretazione Muraglia Romana Ilipa Magna
  7. Giacimento Calcolitico e Tartesico della Angorrilla e necropoli
  8. Ponte, Centrale Idroelettrica e Diga 
  9. Rocca della Regina
  10. Giardini di Winthuysen


Ambiente circostante

Alcalá del Río è a 20 chilometri da Siviglia, nella Valle del Guadalquivir. Questo Comune ha tre frazioni: El Viar, Esquivel e San Ignacio del Viar. La Diga di Alcalá del Río è l’ultimo punto navigabile del fiume Guadalquivir. 

Territorio
Guadalquivir-Doñana
Estensione
83.00 Km²
Altitudine
32.00 m
Nº abitanti
11.927

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.