La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Isla Mayor

593
6

Isla Mayor, tradizione del riso e paludi spettacolari

Tra le paludi del Guadalquivir e le vastissime risaie, agli inizi del XX secolo venne fondata la località di Isla Mayor. Si tratta di un luogo che affascina per i suoi impressionanti paesaggi che introducono, dal versante sivigliano, al Parco Nazionale di Doñana.         

Isla Mayor è una destinazione unica nella provincia di Siviglia. Nelle sue terre inondate si è consolidata la maggiore risaia d'Europa con più di un centinaio di specie avicole.  La bellezza di questo ambiente ha fatto da scenario per uno dei film di maggiore successo del cinema andaluso, "La Isla Mínima". 

È bello addentrarsi in questo ambiente spettacolare in cui ci aspettano numerosi itinerari che offrono qua e là esperienze di avventura e mistero. Qui è anche possibile degustare una singolare gastronomia dove il ruolo di protagonista è svolto dal riso e dal gambero rosso. Infine, la sua gente di spirito cosmopolita, posteri degli inglesi e valenciani che qui si stabilirono a suo tempo per lavorare nelle risaie, risulta estremamente accogliente. 

Vieni a scoprire la Isla Mayor, un angolo delle paludi dagli spettacolari paesaggi. 


Come arrivarci

Arrivando in automobile da Siviglia la migliore opzione è prendere l'uscita 15A della statale SE-30 in direzione Coria del Río. Proseguire lungo la strada A-8058 fino a passere per La Puebla del Río e a raggiungere Venta El Cruce, per girare nella rotonda sulla sinistra e prendere la A-8053. In pochi minuti si giungerà a destinazione. 

Questa località non dispone di stazione ferroviaria ma è possibile raggiungerla in autobus partendo dalla stazione di Plaza de Armas di Siviglia. La linea è la M-143. 


Come spostarsi

Per conoscere il centro storico la miglior cosa è passeggiare lungo le sue strade. Per conoscere invece l'ambiente naturale si consiglia di praticare trekking lungo i suoi itinerari. Una buona idea è anche portarsi la bicicletta. 


Buone ragioni per venirci

  • Cos'è una Gañanía? Per "gañania" si intendono gli alloggi in cui dormivano i lavoratori delle risaie. Attualmente appartengono in gran parte a istituzioni private. 
  • Per gli appassionati di specie avicole, nelle paludi si possono avvistare più di 150 specie differenti. 
  • Interessantissimo è anche il progetto dell'Isla de los Pájaros. Si tratta di un museo all'aria aperta in cui le facciate pubbliche riportano disegni degli uccelli tipici della zona. 
  • Hai visto il film La Isla Mínima? Se ti è piaciuto, hai la possibilità di seguire l'itinerario lungo il quale potrai contemplare i paesaggi in cui è stata filmata questa grande opera del cinema andaluso. 
  • Visita Poblado de Alfonso XIII, inaugurato dal re in persona e conosce la sua interessante storia. Qui convivono famiglie di vari punti della Spagna, eredi dei primi lavoratori delle risaie. 
  • Fai un'escursione in barca sul Guadalquivir fino al molo del paese per contemplare le meravigliose sponde del fiume, Isla Mayor e Isla Menor. Contempla un meraviglioso tramonto sulle paludi. 
  • Sei appassionato di pesca? Qui potrai praticarla e forse avrai la fortuna di pescare triotti, anguille cieche o gamberi rossi, tutti tipici di Isla Menor.
  • La gastronomia è raffinata e quindi non farti sfuggire l'anatra al riso o il riso ai gamberi rossi. Sono i piatti tipici di questa località. Da non perdere la Giornata del Riso, in febbraio, con degustazioni gratuite ed eventi. 
  • Vivi la Giornata del Gambero, in settembre, conosciuta come La Cangrejada. Potrai degustarvi il gambero rosso, prodotto locale, e festeggiare con gli spettacoli pirotecnici delle ‘fallas isleñas’. Questo tipo di spettacolo è stato ereditato dagli immigranti di Valencia che vennero a popolare la zona agli inizi del XX secolo. 
  • Divertiti con il Carnevale di Isla Mayor e partecipa al tradizionale Entierro del Cangrejo, (lett. "sepoltura del gambero") che conclude la festa. Qui non ci sono sardine! 
  • Fai una visita guidata all'azienda agricola Ganadería Herederos de José Escobar nella Finca Isla Mínima. Vedrai da vicino i tori da corrida. 


Cosa visitare 

Comincia la tua visita con la strada denominata calle Málaga in cui si eleva la Chiesa San Rafael. Questa parrocchia moderna è consacrata alla Vergine della Solitudine e ospita anche raffigurazioni del Cristo del Perdono e del patrono della cittadina, San Raffaele Arcangelo. 

Proseguendo per circa tre minuti si raggiunge la calle Santa Teresa e ci si trova di fronte la Cappella Virgen del Rocío. Qui si celebra il culto a questa Vergine che deriva dalla grande devozione che questa località nutre nei suoi riguardi. Ogni anno i cittadini partecipano in massa al pellegrinaggio fino all'eremo per accompagnarla nella sua popolare processione. 

Paseggiando per le strade del paese si possono contemplare alcuni edifici pubblici, come il Municipio. Molto interessanti per lo studio sono le numerose specie avicole presenti nelle paludi. Grazie infatti al progetto ‘Isla de Pájaros’, (lett. isola degli uccelli) gli edifici più significativi presentano disegni ispirati a questi animali, a scopo educativo. In stile pop art, con colori vivaci. 

Durante il percorso lungo le strade di Isla Mayor vedrai anche alcune case dalla singolare architettura. Alcune di queste case sono chiamate ‘gañanías’, in cui vivevano i lavoratori della coltivazione del riso. Altre sono le cosiddette ‘casitas de los ingleses’, (lett. casette degli inglesi) che erano abitate dai primi coloni delle paludi. Entrambe le costruzioni sono molto curiose e fanno parte della storia locale. 

Visita anche il Poblado Alfonso XIII, denominato così perché fu inaugurato personalmente dal re nel 1927. Fu il primo centro abitato a sorgere nella paludi del Guadalquivir. Oggi vi abitano circa 800 persone. Qui si può visitare anche la Chiesa Nuestra Señora del Carmen la cui prima pietra fu deposta dal re Alfonso XIII. 

Un percorso interessante è quello di Isla Mínima in cui oltre a conoscere quest'altro enclacve di Isla Mayor, potrai visitare un antico casolare andaluso, ora convertito in hotel, gli allevamenti di tori da corrida e di cavalli di pura razza spagnola, oltre alla cappella di San Lorenzo de Escobar. 

Per concludere, cimentati nel trekking o il cicloturismo lungo gli itinerari abilitati nelle paludi. La bellezza di questo ambiente naturale ti impressionerà. Hai anche la possibilità di pescare nel fiume Guadalquivir o fare un percorso di bird-watching. Chiedi informazioni presso l'Ufficio del turismo di Isla Mayor


Luoghi da visitare

  1. Cappella ausiliare di Nuestra Señora del Rosario
  2. Casetta degli inglesi
  3. Chiesa Nuestra Señora del Carmen
  4. Chiesa San Rafael
  5. Poblado de la Isla Mínima
  6. Poblado Alfonso XIII
  7. Cappella ausiliare di Nuestra Señora del Rocío
  8. Parco Naturale di Doñana


Ambiente

Isla Mayor dista 41 chilometri dalla capitale Siviglia ed è situata all'interno del comprensorio turistico Guadalquivir-Doñana. La zona è bagnata dalle paludi del fiume Guadalquivir, ed è in parte occupata dal Parco Naturale di Doñana

Territorio
Guadalquivir-Doñana
Estensione
114.40 Km²
Altitudine
3.00 m
Nº abitanti
5.857
Download

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.