Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Centro della Ceramica di Triana

1084
0

Il Centro de la Cerámica de Triana (CCT) è la materializzazione di un progetto municipale ideato allo scopo di preservare la memoria di una delle ultime fabbriche di ceramica che sono state attive nella città di Siviglia fino a poco tempo fa.

L’antica fabbrica di ceramica Santa Ana è stata sottoposta a un accurato processo di riabilitazione che ne ha conservato numerosi elementi tradizionali e ha dato forma a nuovi spazi in cui si svolgono varie attività: visite ai vecchi impianti, alla collezione permanente di ceramica, a esposizioni temporanee, ecc. oltre a laboratori artigianali che mirano a riattivare la tradizione della ceramica di Triana.

Il Centro occupa due piani. Al pianterreno sono esposti vari forni storici (alcuni del XVI secolo), il pozzo, i depositi di argilla, le macine per minerali, i bacini o recipienti per conservare i pigmenti preparati, il tornio del ceramista, le tavole di sgocciolamento dei prodotti e asciugatura degli stampi in cui i pittori decoravano i grandi pannelli di mattonelle.

Al piano superiore si combinano vari spazi con varie funzioni: punto turistico, salone per eventi, centri informativi sul quartiere Barrio de Triana, sala per esposizioni temporanee e sale per esposizione permanente. Quest’ultima formata da pezzi municipali che erano depositati in alcuni musei della città, completata con opere chieste in prestito ad altri proprietari.

Dispone dunque di pezzi di Aníbal González che a suo tempo decorarono la Plaza de España, pezzi della collezione museografica del Comune di Siviglia, opere prestate dal collezionista Vicente Carranza, dal Consigli di Andalusia e dallo Stato, con una selezione a carico del cattedrattico di storia dell’arte Alfonso Pleguezuelo.

Categoria

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.