Camona Vistas Parador

Siviglia ti fa innamorare

Tematico

A partire dal 1998 i direttori artistici Rosana de Aza e Olinto de la Obra, precursori della promozione e divulgazione del patrimonio artistico e culturale di Al-Ándalus, lavorano per divulgare la storia del flamenco più tradizionale e potenziare la tradizione del folklore dell’Andalusia, dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

La Casa de la Guitarra è un Centro Culturale Flamenco avente sede in una casa del XVIII secolo, in pieno cuore del quartiere denominato Barrio de Santa Cruz (antico quartiere ebraico), a pochi passi dalla Cattedrale.

In questo museo possiamo trovare una grande varietà di animali autoctoni della zona, imbalsamati dal tassidermista locale Rafael Díaz Contiene anche resti archeologici estratti dai vari scavi del castello.

A Badolatosa, Il Centro Turistico Malpasillo consente al viaggiatore di addentrarsi nei meandri più nascosti del fiume Genil e di comprendere la rilevanza di questo asse idrico per le popolazioni che attingono dalle sue acque. Altresì, illustra l'importanza che ebbe nell'era del brigantaggio romantico del XIX secolo, poiché considerato il confine tra le province di Siviglia e Cordova.

La Lonja Municipal de Artesanía El Postigo è un emblematico edificio situato al centro di Siviglia, vicino all’Arco del Postigo del Aceite, una delle porte più importanti della città, situata a pochi metri dalla Cattedrale e dalla Giralda. Al suo interno si svolge il peculiare Mercato dell’Artigianato El Postigo.

L’arena per le corride Plaza de Toros de la Real Maestranza de Caballería di Siviglia è la più antica della Spagna. Sede delle corride realizzate durante la tradizionale Feria de Abril, tradizionale festa, è tra gli appuntamenti più riconosciuti del mondo di questa disciplina. Viene considerata come uno dei richiami turistici più popolari della città ed è tra i monumenti più visitati.

Di fronte al monumento alla Tolleranza di Eduardo Chillida, sulla sponda opposta del fiume, nel quartiere Barrio de Triana ha sede il Centro Tematico della Tolleranza del Castello di San Jorge che ha per tema l’oppressione religiosa, sociale e culturale esercitata dal Tribunale dell’Inquisizione instaurato a Siviglia dai Re Cattolici.