La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Sanlúcar la Mayor

283
4

Sanlúcar la Mayor, il luogo del sole 

Sanlúcar la Mayor è un municipio dell’Aljarafe sivigliano con un’ampia offerta turistica. Storia, natura, buona cucina e tradizioni ti aspettano in questo angolo dell’Aljarafe, per il quale sono passate varie culture. 

Troverai testimonianze del suo passato storico nel suo centro storico, dichiarato Bene di Interesse Culturale dell’Andalusia e compreso nell’Itinerario Al-Mutamid. Presenta un prezioso patrimonio monumentale: resti delle mura arabe, chiese medievali e tenute storiche, oggi trasformate in alberghi o centri per celebrazioni. 

Questo municipio dell’Aljarafe presenta anche un bellissimo paesaggio, bagnato dal Corredor Verde del Guadiamar. Conoscilo attraverso i suoi itinerari a piedi, in bicicletta o a cavallo. E se vuoi, puoi anche fare un giro in mongolfiera e ammirare il meraviglioso panorama sul territorio dell’Aljarafe. 

Un’altra attrattiva di Sanlúcar la Mayor è la sua gastronomia. I piatti tipici come bollito, stufati fatti in casa o le tapas dei suoi bar conquisteranno il tuo palato. Così come le sue olive da tavola, il mosto tradizionale e le famose regañás di Sanlúcar.  

Inoltre, in questa località troverai la maggior centrale solare d’Europa. Situata qui per l’ottima radiazione della zona. Infatti lo sapevano già i romani quando la chiamarono Lucus Solis, il luogo del sole.  

Vuoi farti affascinare da Sanlúcar la Mayor? 


Come arrivare

Per arrivare in auto da Siviglia, prendi la superstrada A-49 fino all’uscita 16. Immettiti nella strada A-473 e in pochi minuti arriverai a destinazione. 

Puoi viaggiare in treno dalla stazione di Santa Justa di Siviglia, grazie alla linea C5 locale che ferma nella stazione di Sanlúcar la Mayor. In alternativa, puoi prendere l'autobus dalla stazione sivigliana di Plaza de Armas. Prendi le linee M-166 e M-165 della Rete di Autobus Metropolitana. 


Come muoversi

Percorri il centro storico, passeggia nelle sue vie, fai trekking per i suoi itinerari e goditi questo bellissimo paese dell’Aljarafe. Puoi anche portare la tua bicicletta o andare a cavallo nei suoi dintorni naturali.  


Motivi per visitarlo

  • Conosci il patrimonio monumentale e le sue chiese in stile mudéjar. In quella di San Eustaquio informati sulla leggenda della Virgen de Fuentes Claras. Ti sorprenderà. 
  • Scopri due gioielli della scultura gotica ispanica, il San Miguel Arcángel di Mercadante de Bretaña e il Cristo de San Pedro, di autore sconosciuto. Entrambi risalenti al XV secolo. 
  • Ascolta la miglior musica a luglio durante il Festival Nazionale di Musica “Noches de San Pedro”. Un evento con oltre dieci anni di storia con l’Orchestra Sinfonica dell’Aljarafe. 
  • Lasciati sorprendere dalla bellezza della Tenuta Benazuza, antica masseria araba del X secolo. Oggi è stata restaurata ed è un albergo a 5 stelle.
  • Prova la gastronomia locale accompagnata dalle croccanti regañás, prodotto locale molto popolare nel territorio. 
  • Realizza una visita guidata alla centrale solare più grande d’Europa. Imparerai molte cose sulle energie rinnovabili. 
  • Vivi la Fiera di maggio, la prima del territorio dell’Aljarafe e una delle più antiche- Vivrai il bell’ambiente delle sue casette, le passeggiate a cavallo e assaporerai una squisita gastronomia. 
  • Realizza un itinerario per il Corredor Verde del Guadiamar. Puoi farlo a cavallo, a piedi o in bicicletta. Ti sorprenderà il suo paesaggio di contrasti. 
  • Ti piacciono le emozioni forti? Monta in mongolfiera e scopri Sanlúcar la Mayor dall'alto. Un’esperienza indimenticabile. 


Cosa visitare 

Inizia la tua visita dalla Plaza de San Pedro, un luogo che a luglio accoglie il Festival di Musica Nazionale “Noches de San Pedro”. Qui si erge il tempio più antico di Sanlúcar la Mayor, la Chiesa di San Pedro. 

Vedrai che la sua architettura è mista, perché in origine era una moschea araba. Di questa si conservano ancora il patio delle abluzioni, trasformato in cimitero cristiano, e la torre-minareto. Vicino alla chiesa troverai resti delle mura che difendevano la località. Risalgono all'epoca almohade e presentavano 46 torri difensive. Si conservano anche un tratto di 65 metri di mura e tre torri nella zona del burrone di Los Tejares. 

A due minuti a piedi, nella Calle Marquesa Viuda del Saltillo, troverai la facciata della Cilla del Cabildo, del XVIII secolo. È una casa restaurata, tipica casa signorile del barocco spagnolo. In questa via ci sono anche altre case di quest’epoca, degne di ammirare.

Prosegui la tua passeggiata e arriva in Plaza de San Eustaquio per entrare nella chiesa con il nome di questo santo, patrono di Sanlúcar. Questa è la parte più alta del municipio e si ritiene che qui si trovasse il tempio romano dedicato ad Apollo, il dio del sole. L’attuale chiesa è in stile mudéjar e nella sua sacrestia potrai ammirare la Virgen de Fuentes Claras del XV secolo, la cui leggenda è molto interessante. 

Dirigiti in Plaza Virgen de los Reyes ed entra in Comune per vedere un’opera gotica unica, la scultura di San Michele Arcangelo. Questo gioiello medievale è attribuito a Lorenzo Mercadante de Bretaña, grande scultore del XV secolo. Realizzata in un blocco unico, c’è solo un’altra immagine di San Michele di quest’autore in Spagna, precisamente a Barcellona. 

Vicino al comune si trova la Chiesa di Santa María, sempre in stile mudéjar. All’interno accoglie grandi opere pittoriche, scultoree e oggetti di oreficeria. Il gioiello di questo tempio lo troverai nella cappella battesimale, il Cristo de San Pedro. Un crocifisso considerato un capolavoro del gotico ispanico, risalente al XIV secolo. 

Vicino a questa parrocchia si trova il Convento di San José, meglio noto come delle Carmelitane Scalze. Venne fondato nel 1590, durante il regno di Filippo II. Merita una visita, nella quale oltre a contemplare la sua architettura ammirerai anche il lavoro delle suore. Oggi restaurano libri per il Centro di Studi Teologici di Siviglia e realizzano lavori di stampa. 

Se raggiungi la Calle Corredera troverai una scuola dalla bellissima architettura, progettata da Aníbal González, autore della Plaza de España di Siviglia. E in Calle Virgen de las Nieves puoi entrare in un edificio unico, la tenuta Benazuza. Restaurata come albergo a 5 stelle, è stata una masseria araba eretta nel X secolo, conservando parte delle installazioni e la cappella. 

Concludi la tua visita scoprendo l’ambiente naturale di Sanlúcar la Mayor, dove scorre il Corredor Verde del Guadiamar. Hai a disposizione diversi itinerari da fare a piedi, in bicicletta o a cavallo. 


Luoghi da visitare

  1. Complesso arabo della Cinta Muraria
  2. Convento di San José (Carmelitane scalze)
  3. Facciata Cilla del Cabildo 
  4. Tenuta Benazuza, anche albergo
  5. Chiesa di San Eustaquio
  6. Chiesa di San Pedro
  7. Chiesa Parrocchiale di Santa María e il tesoro della parrocchia
  8. Immagine di San Miguel, in Municipio 
  9. Corredor Verde del Guadiamar
  10. Centrale solare Abengoa


Dintorni

Sanlúcar la Mayor si trova a 23 chilometri da Siviglia, nella parte più occidentale del territorio dell’Aljarafe. Il suo comune confina con la provincia di Huelva e nella sua area scorre il Corredor Verde del Guadiamar, zona naturale protetta. 

Territorio
Aljarafe
Estensione
135.40 Km²
Altitudine
148.00 m
Nº abitanti
13.683
Etichette

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.