Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa Parrocchiale di Santa María la Mayor

89
1

La Chiesa di Santa María la Mayor è in stile mudéjar e venne costruita nel XIII secolo, per poi subire alcune modifiche nel XVI e XVII secolo. Il tempio è composto da tre navate con soffitti in alfarje (soffitti mudéjar) e separate da archi a ferro di cavallo su pilastri e quattro colonne appaiate.

L’abside è poligonale e la volta superiore è a crociera gotica, unita alla navata centrale mediante un arco trasversale a sesto acuto. La torre, ad angolo, è larga e solida. È composta da due corpi, il secondo dei quali presenta dodici vani per le campane, e una terrazza circondata da pinnacoli, con capitello. La torre venne modificata alla fine del XVIII secolo, nel 1772, con l’aggiunta di due campane e del capitello piramidale.

Al suo interno possiamo ammirare vere meraviglie. Nel retablo maggiore è raffigurata l’immagine della Virgen del Rosario del XVII secolo. Nel tabernacolo possiamo ammirare un dipinto eucaristico molto interessante. Nella navata sinistra si trova la cappella battesimale, la cui pila in marmo risale al 1400 (XV secolo).

Sempre nella navata sinistra possiamo trovare un retablo con una delle immagini più importanti, quella del Santísimo Cristo di San Pedro, di gran valore artistico e storico. Altri retabli mostrano diverse immagini del XVIII e XIX secolo.

Nella sacrestia si conserva un tesoro di oreficeria con opere di grande valore in diversi stili e metalli.

È stata dichiarata Bene di Interesse Culturale dalla Giunta d’Andalusia nel 1931.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.