La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

El Palmar de Troya

434
4

El Palmar de Troya, la “torre d’avvistamento” del Guadalquivir.

Al sud est di Siviglia, a 15 km da Utrera e nel cuore della Cañada Real, troviamo El Palmar de Troya. Una località che, fino a ottobre 2018, era una frazione del comune di Utrera. Di fatto, è uno dei pochi paesi più recenti della provincia.

Su El Palmar de Troya troviamo dati storici risalenti all’epoca romana, i quali situano presso La Cañada un insediamento di soldati ritirati di Cesare, detto Siarum o Searo, una città romana che si trova nascosta sotto terra nei dintorni di La Cañada. Più tardi, nel XIII secolo, si situa un luogo che fa parte della “Banda Morisca”, il sistema di difesa contro l’attacco mussulmano. Da qui i resti come la torre d’avvistamento del lago artificiale della Torre del Águila, la cui funzione era proteggere la Valle del Guadalquivir, e forse precedente alle guerre tra cristiani e mussulmani.

Nonostante la storia, il paese nacque come un insediamento di emigranti stagionali che lavoravano presso il Cortijo de Troya. La località riceve infatti il suo nome dalle numerose palme nane che crescevano nella zona annessa al Cortijo. Ci fu addirittura una residenza per bambini stagionali affinché potessero andare a scuola. Allo stesso tempo, parte dei suoi abitanti attuali discende dai detenuti della Guerra Civile che parteciparono alla costruzione del Lago Torre del Águila, il quale serviva per irrigare il territorio.

Gli abitanti di El Palmar de Troya si dedicano principalmente all'agricoltura e al settore dei servizi di ristorazione. Ci sono numerose aziende del paese specializzate in catering per le fiere. Sono così tante che il pellegrinaggio in onore alla sua patrona, Nuestra Señora del Carmen, ci celebra a maggio e la Fiera a luglio, in modo che non interferiscano con gli impegni di lavoro di altre fiere dei paesi in cui prestano il servizio. 

El Palmar de Troya è un luogo tranquillo, ottimo per l’agriturismo. Un municipio consapevole dei suoi dintorni naturali e che ha recuperato le sue vie per il bestiame e ha realizzato vie verdi collegando diversi spazi: il Lago Torre del Águila, la Laguna di Zarracatín, la Vía Verde Utrera-El Palmar...

Vieni e scopri El Palmar de Troya, un luogo in cui rilassarsi e godersi la natura. 


Come arrivare

Per arrivare in auto da Siviglia devi prendere l’A-376 fino ad arrivare a destinazione, oppure accedere attraverso l’A-4.
La stazione ferroviaria più vicina è a Utrera, la quale si collega con la linea locale C1 dalla stazione di Santa Justa di Siviglia. Se preferisci l’autobus, prendilo al Prado de San Sebastián e arriva fino a El Torbiscal. Quindi prendi un taxi fino a raggiungere il paese.


Come muoversi

Il miglior modo di vivere El Palmar de Troya è a piedi. Non dimenticarti della bicicletta per conoscere i suoi dintorni naturali


Motivi per visitarlo

  • Se c’è una festa per eccellenza a El Palmar de Troya questa è il Carnevale. Si festeggia sempre il fine settimana precedente alla Giornata dell’Andalusia. Gli abitanti escono con maschere molto divertenti fatte a mano.
  • Da parte sua, la Settimana Santa raggiunge il massimo splendore il Sabato Santo, quando il Gruppo Parrocchiale del Santísimo Cristo de la Buena Muerte e Nuestra Señora de los Dolores en su Soledad sfilano in processione per le vie di El Palmar de Troya. Potrai ammirare l’opera anonima del XVII secolo, restaurata da Encarnación Hurtado, di Utrera, nel 2002. Esce dalla Chiesa di Nuestra Señora del Carmen dal 1981. La Domenica delle Palme sfila in processione la Borriquita e il Venerdì Santo, il Nazareno. 
  • Il Pellegrinaggio di Nuestra Señora del Carmen, in onore alla sua patrona, si celebra l’ultimo sabato di maggio (sebbene dipende dalla data di El Rocío). Ammira un pellegrinaggio con oltre 30 carrozze, vissuto con vero fervore e che porta i pellegrini fino al Lago Torre del Águila. 
  • A luglio devi venire alla Fiera in onore alla Patrona Nuestra Señora del Carmen. Il 16 luglio sfila in processione la Madonna con un gruppo di donne costaleras, una cosa alquanto insolita.
  • E visto che sei qui in epoca estiva, se c’è qualcosa di El Palmar de Troya noto tra i paesi della zona, questa è la sua piscina municipale. Rinfrescati in estate. Un luogo perfetto da visitare in famiglia: comodo, tranquillo e adatto a tutti i gusti e a tutte le tasche. 
  • L’ultimo fine settimana di ottobre si organizza il Mercato medievale. La via pedonale e la Plaza de la Concordia tornano indietro di qualche secolo affinché gli artigiani presentino i loro prodotti: bigiotteria, pelle, vetro, saponi, alimentazione... Il tutto condito da animazione di strada ed altre attività che danno alla località colore, musica e divertimento. 
  • Per gli amanti della natura e dello sport all’aperto, non dimenticarti di visitare le zone verdi di questa località: la Laguna di Zarracatín, il Lago artificiale di Torre del Águila, la Vía Verde Utrera-El Palmar o la Via per il bestiame di Villamartín. 
  • E, naturalmente, degusta sempre la tipica cucina rurale della provincia di Siviglia, con piatti elaborati a base di olio di oliva e prodotti dell’orto. 


Cosa visitare 

Il centro nevralgico della località è la Plaza de la Concordia, a pochi metri dalla Parrocchia Nuestra Señora del Carmen (che accoglie tutte le statue che sfilano in processione per il paese), la Biblioteca pubblica o il Liceo. Prendendo la Calle Gladiolos e la Calle Geranio, arriverai al Municipio. È una passeggiata gradevole che ti mostrerà l’idiosincrasia di El Palmar de Troya e che ti permetterà di conoscere la vera ricchezza di questo comune: il suo ambiente naturale.

Nei dintorni, nel Cortijo de Troya, c’è ancora una torre araba, oggi in zona privata, che si erge sulla cima di una collina ad est di El Palmar de Troya- Sarebbe una delle torri di vedetta difensive che formerebbero la rete di torri di avvistamento e di difesa della Banda Morisca. A questa si aggiungerebbero, probabilmente, la Torre del Bollo (sempre in territorio privato e che si collega visivamente con la torre de Lopera e con il castello delle Aguzaderas) e la Torre del Águila, sul lago. 

Se sei un appassionato di cicloturismo, non puoi perderti un’escursione per la Vía Verde Utrera-El Palmar o la Via per il bestiame di Villamartín, dove si trova la Laguna di Zarracatín, con affluenza di uccelli migratori come fenicotteri e anatre. Questa zona umida appartiene alla Riserva Naturale Complesso Endoreico di Utrera, ed è la più estensa del Complesso, con una delle lagune saline più grandi dell’Andalusia.

E, naturalmente, se ti piace la pesca sportiva e l'attività all’aperto, devi visitare il Lago artificiale di Torre del Águila, un bacino visitabile, anche questo con la sua torre d’avvistamento. 


Luoghi da visitare

  1. Parrocchia Nuestra Señora del Carmen
  2. Laguna di Zarracatín
  3. Torre del Águila – Lago Torre del Águila


Dintorni

El Palmar de Troya si trova a 46 chilometri da Siviglia, a sud est, nel territorio della Campiña. Il suo comune, con 25 ettari di superficie, si trova tra i ruscelli Salado de Morón e di Pájaras, sul lato sinistro della strada A-364 Écija-Jerez de la Frontera. È a circa 15 chilometri da Utrera, proprio nella zona in cui la Campiña tocca i terreni paludosi.

Territorio
La Campiña
Estensione
33.16 Km²
Altitudine
117.00 m
Nº abitanti
2.395
Etichette

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.