Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Cappella della Vera Croce

280
0

Cappella costruita nella metà del XVI secolo (1557) da maestri locali.

La chiesa, a pianta rettangolare a navata unica, è coperta da un soffitto a cassettoni di tradizione mudéjar e di recente esecuzione. La sua fondazione risale alla prima metà del XVI s., conservandosi, dell’epoca, la struttura generale dell'edificio e il campanile a vela, posto sulla facciata principale. Nel secondo quarto del XVIII s. subì una notevole trasformazione. A questa fase appartengono il portale frontale e quello della parete sinistra, quest'ultimo datato 1732. Il portale frontale è formato da un arco a tutto sesto bugnato, fiancheggiato da lesene toscane, anch'esse bugnate, che cedono il passo ad una trabeazione retta e liscia.

Sull'altare maggiore è presente una pala d'altare costituita da un banco, un corpo con nicchia centrale affiancata da colonne corinzie e una cimasa. Realizzato agli inizi del XIX s., presenta una struttura austera, sobriamente decorata, nei canoni dell'estetica neoclassica. L'esecuzione di questa pala d'altare sarebbe stata commissionata per collocare una serie di sculture esistenti nel tempio, la più significativa delle quali è quella del Cristo della Vera Croce, un'immagine rinascimentale realizzata a metà del XVI secolo, attribuita allo scultore fiammingo Roque Balduque. Sul finire del XVI secolo, insieme alla pala d'altare di San Giovanni in Laterano, fu fondata la Fratellanza della Santa Carità. È peculiare l'apertura delle sue braccia sulla croce e la fisionomia di molti dei suoi muscoli in tensione.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.