Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Cappella dei Marinai

228
0

La Capilla de los Marineros è un edificio di culto cattolico situato in calle Pureza, nel quartiere di Triana, il quartier generale della Confraternita della Esperanza de Triana.

Fu costruita nel 1759 nello stesso luogo in cui si trovava la cappella del Colegio de Mareantes a Siviglia. Dopo l'occupazione francese fu secolarizzata e trasformata in magazzino, diventando anche chiesa anglicana e teatro. 

Nel 1953, la Hermandad de la Esperanza, su richiesta del suo direttore spirituale José Sebastián y Bandarán, decise di recuperarla, iniziando i lavori nel 1958 con un progetto di Aurelio Gómez Millán. La benedizione ebbe luogo nel 1962 e il Venerdì Santo di quell'anno la confraternita terminò la sua stazione penitenziale nella nuova sede. 

La cappella è divisa in tre navate, una centrale e due laterali. Spicca il soffitto intagliato a cassettoni, realizzato in legno di pino rosso proveniente dalla ex scuola Villasís. La lampada centrale, scolpita in vetro del XIX secolo, proviene dall'ex Café Gran Britze.

Il presbiterio è presieduto dalla Pala d'Altare Maggiore, a due pannelli, del secondo terzo del XVIII secolo. Nella parte centrale della pala d'altare c'è la venerata immagine de Nuestra Señora de La Esperanza de Triana. Il suo autore è sconosciuto, sebbene sia attribuito a Juan de Astorga, nel XIX secolo.

Nel 2010 sono iniziati i lavori di ampliamento, sul progetto architettonico di José Ramón Rodríguez Gautier, grazie all'acquisto da parte della confraternita di proprietà adiacenti alla cappella. La riforma integrale del tempio include due nuove pale d'altare e moderni sistemi di sicurezza per le immagini. Dopo i lavori, il 29 aprile 2010, la cappella è stata benedetta da Juan José Asenjo Pelegrina, arcivescovo di Siviglia.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.