Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Basilica del Gran Poder

360
0

L'attuale Basilica Menor de Jesús del Gran Poder fu costruita come luogo per accogliere la grande devozione che i sivigliani avevano professato, per secoli, all'Immagine Benedetta del Signore.

L'edificio, progettato da Alberto Balbontín de Orta e Antonio Delgado Roig, è un tempio storicista, costruito con materiali contemporanei e finiture classiche. Vi si accede attraverso una facciata che mescola elementi rinascimentali e barocchi che ripetono lo stesso schema ascendente: quello della porta stessa, per ospitare lo stemma in un frontone spaccato; un secondo, per il cartiglio della data di consacrazione e un terzo, per il campanile, di struttura simile in misura decrescente, con tre campane e croce in ferro battuto. Il resto della facciata della Basilica è integrato nella Piazza con la costruzione delle dépendance ausiliarie della Confraternita e della Parrocchia stessa.

L'interno è a pianta circolare preceduto da un nartece, o atrio porticato, con ampi balconi laterali. La navata è semplice e consiste solo in un alto zoccolo in marmo rosso e nero in elevazione (Gascó, 1965) e il muro striato bianco, ornato con le quattordici stazioni della Via Crucis in altrettante tele (Antonio Agudo Torrico, 1996 ).

Il tetto della Basilica è con volta semisferica ribassata decorata da soffitti a cassettoni e lanterna centrale. Nel suo spazio frontale si trova il presbiterio che ospita una pala d'altare sacramentale, (Guzmán Bejarano, 1965) copiata dalle pale d'altare della Cappella di San Lorenzo (XIX secolo). In esso le immagini del Signore, e quella della Beata Vergine e di San Giovanni si trovano nei laterali.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.