Pinares de Doñana

Spazi naturali

Più di trecento paraggi e riserve naturali

Ruscello di Santiago, Salado de Morón e Matabueyes/ Garrapata

150
0

Il ruscello Salado de Morón nasce in provincia di Cadice e passa per Siviglia, attraversando le località di Montellano, El Coronil, El Palmar de Troya, Morón de la Frontera e Utrera fino ad arrivare incanalato al Guadalquivir, alla zona finale della canalizzazione del Brazo del Este. 

Al suo passaggio per Utrera, il Salado de Morón attraversa la località da est ad ovest, passando per la parte settentrionale di El Palmar de Troya, ed è intercettato dal lago artificiale Torre del Águila. Il tramo occidentale del ruscello al suo passaggio per Utrera, prima del lago, rientra nella zona LIC Ruscello di Santiago, Salado de Morón e Matabuyes Garrpata, essendo habitat di due specie protette come il nono andaluso e il discoglosso iberico. Questa zona del ruscello, a valle del bacino artificiale, è quella di maggior interesse poiché presenta una vegetazione di sponda con tamerici, oleandri e canne, sebbene sia priva di alberi. 

Sopra il ruscello Salado de Morón si trova il ponte romano di Alcantarilla.

Si può accedere alla zona a valle del bacino artificiale attraverso la strada A-8128 in direzione Montellano, mediante strade rurali che partono alla sinistra della strada principale, prima di entrare nel comune di Montellano.

Il ruscello Salado de Morón attraversa il comune di Montellano da est a ovest. La sorgente si trova a Puerto Serrano (Cadice) e sfocia nella zona paludosa del Guadalquivir, nella parte meridionale del Canal de los Portugueses, l’incanalamento del Brazo del Este. Al suo passaggio per Tajos del Mogarejo, il corso del Salado de Morón attraversa zone argillose e gessose. Il ruscello prende nome dai sedimenti di tali materiali nelle sue acque. 

Il Salado de Morón conserva una vegetazione tipica dei boschi di sponda, e nella sua zone ci sono piccole macchie di bosco e cespugli mediterranei con specie come il carrubo e la palma nana, soprattutto nella zone di Tajos de Mogarejo.

Nelle vicinanze del ruscello sono state trovate importanti vestigia archeologiche, come il sito del Molino Pintado e il villaggio celtiberico di Los Callenses.

La strada A-361 da Montellano a Morón de la Frontera attraversa il ruscello, al quale si può accedere anche seguendo le indicazioni per Tajos de Mogarejo.

Territorio
Categoria
Altro
Superficie
700.00 Ha
Fauna

Anfibi come pleurodele di Waltl, rana comune, raganella mediterranea, pelodite iberico, discoglosso iberico, rospo calamita.

Uccelli: lanius meridionalis (averla maggiore), gruccione comune, upupa comune, rampichino comune, aquila minore, aquila del Bonelli, albanella minore, occhione comune, averla capirossa, cercotrichas galactotes, germano reale, ghiandaia, assiolo comune, tarabusìno, balestruccio, rondine montana, gufo comune, gufo reale, beccamoschino, poiana comune, calandra comune, allocco, cinciallegra, ghiandaia marina, cannaiola, cannareccione, grillaio, gheppio comune, corriere piccolo, succiacapre collorosso, cavaliere d'Italia, quaglia comune, cappellaccia, capellaccia di Tekla, monachella, cuculo, corvo, occhiocotto, capinera, sterpazzolina, magnanina, sterpazzola della Sardegna, zigolo muciatto, storno nero, folaga cristata , gallinella d'acqua, gallinella americana, garzetta, airone guardabuoi, airone rosso, rondine comune, rondine rossiccia, passero lagio, passero domestico, passera sarda, taccola, falco pellegrino, cinciarella, carduelis, cutrettola, ballerina gialla, barbagianni comune , merlo, codibùgnolo, civetta, luì piccolo iberico, rigogolo, piccione selvatico occidentale, colombaccio, pigliamosche comune, fanello, pernice rossa, picchio rosso maggiore, fringuello, crociere comune, picchio verde, porciglione eurasiatico, passero solitario, usignolo di fiume, usignolo comune, saltimpalo, calandrella, tortora comune, strillozzo, rondone, rondone pallido, verzellino, verdone comune o verdone, canapino pallido, canapino, tordella.

Mammiferi come il coniglio selvatico europeo, lepre iberica, quercino, mangusta egiziana o icneumone, miniottero comune, vespertilio di Blyth, lontra europea, ratto comune, topolino comune, volpe.

Pesci continentali come anguilla, barbo andaluso, lasca della Guadiana, nono andaluso.

Rettili: colubro lacertino, rhinechis scalaris, colubro ferro di cavallo, colubro di Riccioli, natrix maura, blano cenerino, luscengola striata, tartaruga palustre mediterranea, lucertola muraiola iberica, lucertola striata spagnola, lucertola striata comune, lucertola iberica, lucertola ocellata, geco comune, geco verrucoso. 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.