Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Eremo Nostra Signora del Castello

129
1

L'Eremo di Nostra Signora del Castello è uno degli esempi più rappresentativi di architettura religiosa mudéjar nell'Andalusia occidentale. La sua costruzione fu un'opera cristiana innalzata accanto all'antica piazza delle armi del Castello verso la seconda metà del XIV secolo. A riprova di ciò, l’essere stato dichiarato Monumento Storico Artistico già nel 1931.

L'edificio non ha subito grandi trasformazioni nel corso della storia. La sua pianta originaria risponde alla tipologia basilicale, con tre navate separate da assi di archi a ferro di cavallo ogivali che riposano su pilastri smussati in mattoni. La testata era piatta e tripartita, con tre ambienti indipendenti destinati a presbiterio, sacrestia e cappella secondaria. Al centro, la cappella maggiore o presbiterio concentra nella sua struttura e in alzato la maggior parte degli elementi di ascendenza gotica. Tra questi spicca la volta a crociera e il sottile arco ogivale che la separa dalla navata di culto. Per quanto riguarda le due cappelle laterali, in entrambi i casi sono separate dal resto della navata mediante archi a tutto sesto, ma, mentre quella nel lato del Vangelo è sormontata da una volta ottagonale con una semplice decorazione a fiocchi, righe e vegetali di forte influenza almohadi, quella dell'Epistola presenta una volta a padiglione con affreschi già dell’Età Moderna.

Il tempio rappresenta un esempio di simbiosi culturale tra il mondo islamico e quello cristiano. Merita una menzione a parte la scultura gotica della Madonna del Castello, patrona della città di Lebrija dalla metà del XVII secolo, un'opera anonima in legno policromo, datata ultimo terzo del XIV secolo.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.