San Nicolás del Puerto Puente de Piedra

Sevilla enamora

Si tratta di un tempio rinascimentale (1556-1588) che non dimentica la tradizione gotica-mudéjar. Appartenne all’antico Colegio de la Encarnación dei padri gesuiti, fondato da Luis Cristobal Ponce de León (II Duca de Arcos) e da sua moglie María de Toledo. Della scuola originaria oggi si conservano solo la chiesa e un bellissimo chiostro.

Costruito nel 1884 dai fratelli Algarín, il patio originale del castello venne diviso in due parti. 

Si tratta di un patio porticato che gira attorno a un pozzo, con colonne in ghisa e sul quale si aprono le abitazioni sia al piano terra come ai piani alti. Nell’XI secolo, il castello venne venduto dal Duca di Medinaceli ai fratelli Algarín, passando a utilizzarsi come frantoio. 

Il Castello della Monclova, che risale al secolo XIV, si trova sopra la città di Obulcula e appartiene alla Casa dei Duchi dell’Infantado dal 1837. Costituisce l’ultima rappresentazione di un nucleo abitato secolare delle epoche preistorica, turdetana e romana,e se ne presuppone la continuazione in forma di masseria, almeno attraverso il dominio musulmano.

Questo edificio è uno dei più caratteristici dell’architettura locale urbana del secolo XVIII e della tipica casa signorile barocca. Fu realizzata da Alonso Ruiz Florindo, di cui si dice che modernizzò e semplificò lo stile del padre.

L’Antico Granaio è uno degli edifici civili più celebri di Estepa.

Fu costruito dall’architetto e marmista biscaglino Andrés de Zabala verso il 1768. 

Dichiarato BIC1 1984

Il Palazzo del Marchese de Cerverales è l’edificio civile più importante della città di Estepa. È Monumento Nazionale dal 1984 e un chiaro esempio dell’architettura civile locale.

Oggi l’immobile è composto da diversi edifici costruiti durante cinque secoli. Si ritiene che il palazzo, originariamente destinato a funzioni residenziali, sia stato fondato nel XV secolo a seguito della donazione della località di Mairena a Pedro Ponce de León.