Romerías

Siviglia ti fa innamorare

Il Real Alcázar di Siviglia, la cui costruzione iniziò nell'alto medioevo, è formato da un gruppo di palazzi sontuosi dove si sovrappongono molteplici stili: dall'arte islamica dei suoi primi abitanti, al mudéjar e al gotico, del periodo successivo alla conquista della città da parte delle truppe castigliane, fino allo stile rinascimentale e barocco delle riforme successive.

Palazzo degli Infanti di Orleans e Borbón: Costruito nel XVI secolo su un’antica casa-mulino e restaurata nel XIX secolo. Si trova nel centro del paese e il suo restauro, al quale parteciparono architetti francesi, ha mantenuto l’interpretazione della casa rurale tradizionale andalusa, con il concetto decorativo di influenze francesi.

Il palazzo si può dividere in tre grandi aree:

Palazzo San Telmo fu costruito nel 1682 come sede del Collegio Seminario dell'Università di Mareantes. Nel 1849 divenne residenza dei Duchi di Montpensier i quali fecero completare la torre nord e commissionarono la costruzione della facciata del pied-à-terre, dell'ala est e del salone da ballo.

Edificio nobiliare e civile del XVIII secolo, una volta sede del vecchio Tribunale di Osuna. Sul suo portale troviamo la data di costruzione, l’anno 1738.

Il Palazzo dei Conti di Castellar, sede attuale del municipio cittadino, è un edificio costruito tra i secoli XV e XVI, ridotto ad un cumulo di macerie attorno al 1977.

Fatta costruire da un commerciante italiano alla fine del XIX secolo. 

Dei palazzi rinascimentali di Écija, il palazzo dei conti di Valhermoso ne costituisce l’esempio più importante. Si tratta di un edificio fatto costruire dai marchesi di Fuente y Villecas nel XVI secolo secondo i canoni artistici rinascimentali dell’epoca, risalente al 1530 circa.