Pinares de Doñana

Spazi naturali

Più di trecento paraggi e riserve naturali

Rivera de Cala

103
0

La Rivera de Cala è il principale affluente della Rivera de Huelva, dove sfocia nella circoscrizione di Guillena, dopo avere versato le sue acque nei bacini di Cala e Castilblanco de los Arroyos. Nasce al confine tra i comuni de Arroyomolinos de León y Cala, a Huelva, e quello di Monesterio, a Badajoz, ed entra nella provincia di Siviglia attraverso El Real de la Jara. La Rivera de Cala circola per 18 km nel Parco Naturale Sierra Norte, tracciando il confine occidentale della circoscrizione di Almadén de la Plata, sebbene in questa località solo il tratto nord del fiume si trovi all’interno dello spazio protetto. Tra i suoi affluenti permanenti, l’Arroyo de los Pilones, sulla riva destra, l’Arroyo de los Molinos , de los Quejigales, Grama, Arroyo del Rey sulla riva sinistra. Il fiume riceve anche l’apporto di alcuni corsi d’acqua stagionali.

È particolarmente rilevante la presenza nelle sue acque di boga e calandino, specie autoctone di ittiofauna che, essendo molto sensibili all’inquinamento, indicano il buono stato di conservazione del fiume.

Al suo passaggio nella circoscrizione di Almadén de la Plata il fiume conserva in alcuni tratti isolati i resti dell’antica foresta a galleria, con la tipica vegetazione rivierasca, e attraversa zone di pascolo come La Traviesa, nel Parco Naturale Sierra Norte.

L’accesso è libero. La Rivera de Cala è accessibile attraverso la strada A-8175 che collega Almadén de la Plata con El Ronquillo, a circa dodici chilometri da quest’ultima località. Vi si accede anche dalla strada SE-6405 in direzione di Santa Olalla del Cala, a circa quindici chilometri da Almadén de la Plata. Anche il sentiero segnalato “los Molinos” porta al fiume nella zona dove sfocia l’Arroyo de los Molinos.

Al suo passaggio nella circoscrizione di El Real de la Jara, nei dintorni della Rivera de Cala, vi sono due zone singolari: los Cuchillos de Correa e las Revueltas de Cuqui. La zona dei Cuchillos è una scarpata sul fiume con sporgenze rocciose di creste affilate.

Las Revueltas è un tratto di vari chilometri in cui il fiume attraversa terreni molto accidentati, scavando un corso sinuoso, con bruschi dislivelli che creano cascate, laghetti e tratti incassati.

Una parte del percorso del fiume è fiancheggiato da foresta a galleria, ovvero i resti di quella che doveva essere l’antica vegetazione del suo corso, dove si possono trovare salici, frassini, tamerici, oleandri e altre piante ripicole. All’ombra del bosco, grazie al microclima creato da questa galleria sull’acqua, crescono distinte specie di felci e piante aromatiche. La vegetazione a galleria dà inoltre sostentamento ad una svariata avifauna, e nelle zone rocciose nidificano specie molto particolari, come la cicogna nera.

L’accesso è libero. È possibile accedere percorrendo la strada A-5301 in direzione di Santa Olalla del Cala e per vari percorsi che partono dal nucleo urbano di El Real de la Jara.

La Rivera de Cala percorre tutto il limite orientale della circoscrizione di El Ronquillo. In questo comune il primo tratto del corso del fiume si trova all’interno del Parco Naturale Sierra Norte, mentre invece già fuori dalla zona protetta l’ultimo tratto è controllato dal bacino di Cala, costruito tra il 1925 e il 1927 per produrre energia elettrica, e penetra anche nelle circoscrizioni di Castilblanco de los Arroyos e Guillena.

La vegetazione rivierasca è composta principalmente da giunchi, oleandri, rovi e pioppi, mentre nella zona del bacino, con rive dalle pendenze morbide, la vegetazione arborea e arbustiva è scarsa, anche se circondata da pascoli.

Questo bacino di Cala è molto utilizzato per la pratica della pesca sportiva, grazie alla presenza nelle sue acque di specie come il blackbass, la carpa e il luccio.

L’accesso è libero. La zona più facilmente accessibile è quella del bacino, alla quale si può accedere prendendo la strada SE-186, in direzione Castilblanco de los Arroyos, che collega con una serie di sentieri per il bestiame e percorsi che portano al bacino.

Territorio
Categoria
Spazi ricreativi

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.