Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Casa de las Monjas

106
0

L’origine di questa tenuta risale al secolo XVIII come casa palazzo ubicata nella città di Espartinas. Con l’acquisto di case e proprietà confinanti si è ampliata diventando una vera tenuta dell’epoca come già lo erano la Tenuta di Mejina o la Tenuta di Tablantes. Di recente questo edificio è noto come Casa de las Monjas (Casa delle Monache, NdT). 

Vi i accede dalla facciata principale formata da due corpi, il primo stile neoclassico con arco a tutto sesto, paraste addossate, due colonne di pietra come decorazione, due lanterne forgiate, cimasa sporgente in legno e tetto con tegole in ceramica verde. Da notare l’”azulejo” in ceramica di Santa Teresa d’Avila.

All’entrata possiamo vedere uno dei cortili di cui si compone questo luogo, un patio tipico sivigliano, decorato con ruote di mulino, e orci trovate sotto terra. Una delle curiosità più interessanti di questo luogo è che vi si conservano sotterrate le giare utilizzate per l’olio del mulino.

Una seconda entrata dà su un altro cortile dalle stesse caratteristiche del precedente. Entriamo in quello che era il casale della tenuta, utilizzato in seguito dalle monache per le loro dipendenze, e oggi ricostruito praticamente per intero. Attualmente la Casa de las Monjas è il centro civico più grande della località.

Etiquetas

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.