Osuna Colegiata

Siviglia, bella e diversa

La chiesa de la Merced, nella sua ubicazione attuale, fu costruita nel 1650, tuttavia venne notevolmente ristrutturata nella seconda metà del XVIII secolo. I frati arrivarono ad Osuna nel 1609 installandosi inizialmente presso l’eremo di Santa Ana, fuori dalla città. Dopo due tentativi falliti, nel 1637 riuscirono a costruire il nuovo monastero nello spazio che occupa attualmente.

L’Eremo Virgen de Belén è situato a  Navas de la Concepción in provincia di Siviglia. Chiesa dedicata alla Vergine di Betlemme, vicino al mulino. Era il luogo in cui si celebrava la processione in onore di questa Vergine fino alla fine del XIX secolo.

Il santuario di Nostra Signora di Loreto è uno dei siti più importanti del Turismo Religioso dell’ Andalusia.

Al suo interno sono conservate magnifiche opere d'arte e importanti archivi.

La fondazione del Monastero di Santa Maria la Reale di Siviglia risale al 13 dicembre, festa di Santa Lucia, 1409. La casa originaria era in Calle San Vicente e ad essa si unirono le monache appartenenti al monastero sivigliano di Nostra Signora della Valle nel 1511.

Situato a pochi chilometri dal paese, sulla strada che porta a Malcocinado e in una proprietà privata, tra le ultime vestigia dell'antico Monastero Basiliano che sorgeva in questo luogo. L'eremo, ora magazzino dell'attuale tenuta, è costituito da un'unica navata divisa in due tratti, uno con volta a botte e l'altro con cupola.

Localizzato nel cuore della città di Écija, il Real Convento di Santa Inés appartiene alla Comunità della Clarisse Francescane. La prima fondazione avvenne fuori dalle mura della città, per poi spostarsi al luogo attuale, a circa duecento passi dal centro urbano, al confine con il cammino che portava al Santuario della Patrona Nuestra Señora del Valle, da cui prese il nome.

Appartenne ai Padri Cappuccini fino alla sconsacrazione; nel 1924 fu ceduto alla Comunità delle Hermanas de la Cruz.