Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Centro Andaluso di Arte Contemporanea

386
0

Il Centro Andaluz de Arte Contemporáneo (C.A.A.C.) venne fondato nel febbraio 1990 con l’intenzione di dotare la Comunità Autonoma di un’istituzione appropriata per la ricerca, conservazione, promozione e divulgazione dell’arte contemporanea. Posteriormente si cominciarono ad acquistare opere con l’idea di muovere progressivamente i primi passi nella configurazione di una collezione d’arte contemporanea permanente.

Nel 1997 il Monastero de la Cartuja di convertì nella sede del Centro, e questo fu un passo decisivo nella sua evoluzione. Questo decreto comportò la modifica dello statuto e la conversione del C.A.A.C. in organismo autonomo, dipendente dal Consiglio di Cultura che passava ad assumere la gestione del personale e delle collezioni custodite nel Complesso Monumentale della Cartuja e del Museo di Arte Contemporanea di Siviglia.

 Fin dagli esordi uno dei principali obiettivi del Centro Andaluz de Arte Contemporáneo è stato quello di sviluppare un programma di attività con chiara intenzione educativa, cerca di promuovere lo studio e la divulgazione della creazione artistica contemporanea internazionale nelle sue espressioni più variate. Esposizioni temporanee, seminari, laboratori, concerti, incontri, recital, cicli cinematografici, conferenze… sono stati gli strumenti di comunicazione utilizzati per raggiungere questo proposito.

L’offerta culturale del Centro è integrata dalla visita al monumento stesso che ospita un importante patrimonio artistico e archeologico, prodotto della sua lunga storia.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.