La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Pruna

624
3

Pruna, meta rurale nella Sierra Sud

Nella Sierra Sud sivigliana trovi il paese di Pruna, una meta ideale per il turismo rurale. Si contraddistingue per il suo antico Castello di Ferro sul colle che storicamente ha protetto il municipio. Nonché per le sue belle vie di case bianche, in cui risalta la Chiesa di Sant’Antonio Abate

Senti la tranquillità che ti dona questa incantevole località alle falde della Sierra del Tablón. Respira l’aria fresca di questa terra mentre percorri i suoi numerosi itinerari. Ammira la meravigliosa vista dal belvedere del Puerto de la Ventana, un punto d’eccezione nella Sierra Sud. Passa per le varie fonti naturali del paese, fino ad arrivare alla Cascata di circa 30 metri d’altezza, ubicata ad un chilometro dal paese. 

Pruna ti invita anche a degustare il meglio della sua gastronomia, sempre elaborata con l’olio d’oliva della cooperativa locale. Il piatto più popolare è “la moraga” di peperoni e, a fine pasto, il liquore all’anice o il “pacharán” (“distillato di susine”) elaborato artigianalmente. Inoltre, la ciambella di Sant’Antonio e la torta di ghiande sono i dolci più tradizionali

Quanto alle feste, vivi a maggio il Pellegrinaggio della Immacolata Concezione, un evento attesissimo dalla cittadinanza. Come anche la Fiera d’Agosto e il Festival di Flamenco Città di Pruna.


Come arrivare

Se vai in auto da Siviglia devi percorrere la superstrada A-92 fino all’uscita 41. Prosegui sulla strada A-8125 in direzione Morón de la Frontera e, quando arrivi in questa località, prendi la A-406 che si riallaccia alla A-363. In pochi minuti giungerai a destinazione. 

Questa località non dispone di stazione ferroviaria, ma puoi viaggiare in autobus dalla stazione del Prado de San Sebastián del capoluogo. Le linee di autobus sono quelle che vanno a Morón de la Frontera e fermano a Pruna. 


Come muoversi

Questa località è piccola, per cui, passeggiare per strada è molto piacevole. Puoi portarti la bicicletta e girare per il paese. Hai a disposizione anche vari itinerari e sentieri nella natura circostante, da percorrere a piedi o in bici. 


Perché visitarla

  • Passeggia per il centro storico di Pruna e sali sul colle in cui si conservano i resti del Castello di Ferro, monumento dichiarato Bene di Interesse Culturale
  • Degusta la eccellente gastronomia paesana elaborata con olio extravergine d’oliva di produzione propria. Nella Cooperativa “San Antón” puoi fare una visita guidata per imparare ogni cosa su questo prodotto locale. 
  • Scopri il paesaggio naturale di Pruna attraverso i suoi sentieri e ammira la meravigliosa vista della Sierra Sud dal belvedere Puerto de la Ventana. 
  • Scopri le fonti del paese dalle quali sgorga acqua di sorgente. Si dice che l’acqua della fonte del Molino Cegato abbia proprietà curative. 
  • Lasciati sorprendere dalla bellezza del paraggio di La Cascada. Questa cascata ha un’altezza di quasi 30 metri e si trova a solo un chilometro dal paese. 
  • Vivi a maggio il Pellegrinaggio della Immacolata Concezione, la festa grande di Pruna. Le strade del paese vengono ornate con delle belle croci di fiori, una tradizione alla quale partecipa tutta la cittadinanza. 
  • Ti piace il flamenco? Vieni ad agosto al Festival di Flamenco Città di Pruna, che ospita ogni anno grandi artisti del panorama nazionale. 


Cosa visitare

Inizia la tua visita in Plaza de la Libertad, in cui si erge la Chiesa di Sant’Antonio Abate. Un edificio del XVII secolo in cui spiccano i dipinti che decorano la cupola. 

Sali ora sul colle che sorveglia la città e contempla i resti del Castello di Ferro, dichiarato Bene di Interesse Culturale. L’accesso a questo monumento lo trovi a un chilometro dal paese sulla strada A-363 Olvera-Pruna, esattamente all’altezza della Fonte del Pilarillo. Questa fonte è un altro dei monumenti storici di Pruna e, secondo la tradizione, le sue acque provengono da una sorgente sotterranea al castello. 

Nel territorio municipale di Pruna troverai anche altre fonti storiche, come la Fonte del Molino Cegato, ubicata vicino alla tenuta La Laina e al ruscello Salado. È famosa per le sue acque curative. La Fonte del Duca la troverai in direzione di Algámitas e deve il suo nome al Duca di Osuna, che fu il signore di queste terre. 

In questa zona vedrai l’Eremo della Pura e Immacolata Concezione, meglio noto come l’Eremo del Navazo. Fu costruito nel 1968 per ospitare la Madonna Immacolata nel pellegrinaggio di Pruna, una festività molto attesa dalla cittadinanza. 

Continua a scoprire il paesaggio naturale di Pruna, a piedi o in bicicletta. A un chilometro dal paese trovi La Cascada, di circa 30 metri d’altezza. Potrai imbatterti anche in El Pilar Lejos, una fonte utilizzata anticamente per fare il bucato e come abbeveratoio per gli animali. Un altro luogo incantevole è El Nacimiento, le cui acque servono ad irrigare gli orti e in cui vi è un acquedotto in ottimo stato di conservazione. 

Per concludere il tuo percorso nella natura di questa bella località della Sierra Sud, contempla un panorama eccezionale di questa regione dal belvedere del Puerto de la Ventana. 


Luoghi da visitare

  1. Castello di Ferro
  2. Eremo del Navazo
  3. Chiesa di Sant’Antonio Abate
  4. Sierra del Tablón e picco Terril
  5. La Cascata
  6. Fonte del Molino Cegato
  7. Fonte del Pilarillo
  8. Fonte del Duca
  9. El Pilar Lejos
  10. El Nacimiento


Ambiente circostante

Pruna si trova a 98 chilometri da Siviglia, nella regione della Sierra Sud. Questa località è sita su una pianura circondata da colli e il suo territorio municipale confina con le province di Cadice e Malaga. 

Territorio
Sierra Sur
Estensione
100.60 Km²
Altitudine
552.00 m
Nº abitanti
2.658
Download
Etichette

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.