La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Badolatosa

608
4

Badolatosa, terra di briganti

Hai sicuramente sentito parlare di Badolatosa e della sua frazione Corcoya, per il ruolo di entrambe le località nel brigantaggio andaluso. Questa terra della sierra funse da nascondiglio per il famoso brigante José María ‘El Tempranillo’ e per i suoi uomini. Una storia che qui conoscerai a fondo, grazie all’itinerario per le grotte in cui visse questo coraggioso personaggio del XIX secolo. Il brigante seppe, infatti, scegliere una buona sede per il suo quartier generale.  

Il Vadus Latus, guado alto, come lo chiamò Giulio Cesare dopo la battaglia di Munda, è, oggigiorno, un paese con un fascino senza pari. Nel cuore della valle del Genil, questo fiume e l’ambiente che lo circonda fanno parte del richiamo turistico di Badolatosa. A metà strada rispetto alla sua frazione, godrai di un panorama meraviglioso dal Belvedere del Meandro. E scoprirai la bellezza dei suoi due paraggi naturali protetti, i bacini di Malpasillo e di Cordobilla.

Inoltre, a Badolatosa godrai della simpatia della sua gente, della bellezza delle sue vie e del suo notevole patrimonio monumentale. Spiccano la Chiesa del Soccorso, con una replica della Sacra Sindone, e l’Eremo della Fonte Santa a Corcoya, le cui feste, a settembre, attraggono gli abitanti dei paesi vicini. 

Non perderti le grandi storie e le esperienze che potrai vivere in questa terra di briganti.


Come arrivare

Se vai in auto da Siviglia, l’itinerario più breve è per la superstrada A-92. Successivamente, prendi l’uscita 113 per immetterti sulla A-379, per poi imboccare la SE-751 che ti porterà a Casariche. In questa località, prendi la A-8325 e in pochi minuti arriverai a destinazione. 

Badolatosa non dispone di stazione ferroviaria, ma puoi prendere l’autobus che parte da Prado de San Sebastián.


Come muoversi

In questa piccola località della Sierra Sud l’ideale è camminare e fare delle passeggiate per la zona. Godrai della sua aria pulita e delle sue affascinanti stradine. Non dimenticarti di intraprendere un percorso di trekking fino alla frazione di Corcoya. 


Perché visitarla

  • Scopri la storia del brigante più famoso di Spagna nell’Itinerario del Tempranillo. Solo così visiterai le grotte in cui vivevano questo personaggio e la sua banda. 
  • Contempla i meravigliosi panorami del fiume Genil e dintorni dal Belvedere del Meandro.
  • Al Centro d’Interpretazione del Fiume Genil troverai una esposizione di fossili della zona e una sala di tassidermia. 
  • Vivi la devozione per la Madonna della Fonte Santa nel massivo pellegrinaggio di settembre. Una tradizione che ebbe inizio nel Medioevo con il ritrovamento della immagine.
  • Fai trekking per i paraggi protetti dei bacini di Malpasillo e di Cordobilla. Entrambi catalogati nel 1982 come zone umide d’importanza internazionale.
  • Prova le migas, la cicoria “alla flamenca”, i carciofi “alla gitana” e il gazpachuelo nel più puro stile di Badolatosa. Adorerai questi piatti tipici.  
  • Se ti piace la musica processionale, vieni a marzo, in occasione del tradizionale Certame di Marce Processionali. Ha circa vent’anni di storia. 


Cosa visitare

Il monumento più rilevante di Badolatosa è la Chiesa di Nostra Signora del Soccorso. In questa chiesa in stile barocco c’è una replica della Sacra Sindone di Torino. 

Passeggiando per le sue vie, ti imbatterai nella cosiddetta Fonte della Molina, un antico abbeveratoio che fu usato anche come lavatoio. È stato restaurato e continua ad essere un luogo di ritrovo della cittadinanza. 

In Avenida de Cuba puoi contemplare l’unico edificio del XIX secolo rimasto a Badolatosa. È soprannominato la Casa Grande o dei Santaella, ma è proprietà privata. Senza dubbio, il luogo di maggior interesse, dove imparerai molto sulle origini del paese e della sua zona, è il Centro d’Interpretazione del Genil. Ospita svariate esposizioni, una sala con fossili, rocce e minerali e un museo di tassidermia. 

L’esperienza più bella la vivrai, però, con l’Itinerario del Tempranillo. Oltre a visitare le grotte che diedero rifugio al famoso brigante e alla sua banda, godrai della natura in cui è immerso questo paese. Così, mentre percorrerai l’itinerario, ti imbatterai in una noria araba a Huertas del Duque, ti affascinerà il panorama dal Belvedere del Meandro e, infine, arriverai nella frazione di Corcoya per visitare l’Eremo della Fonte Santa. Un’immagine a cui era molto devoto anche El Tempranillo. 


Luoghi da visitare

  1. Eremo Nostra Signora della Fonte Santa (Corcoya)
  2. Chiesa di Nostra Signora del Soccorso
  3. Centro d’Interpretazione del Fiume Genil
  4. Plaza de Andalucía con la Fonte della Fontana
  5. Paraggio Naturale Bacino di Cordobilla
  6. Paraggio Naturale Bacino di Malpasillo

Ambiente circostante

Badolatosa è a 134 chilometri da Siviglia, incastonata nella valle del fiume Genil, nella regione turistica della Sierra Sud. Nel suo territorio municipale si trovano i Bacini di Cordobilla e Malpasillo, due Paraggi Naturali Protetti.

Territorio
Sierra Sur
Estensione
47.80 Km²
Altitudine
219.00 m
Nº abitanti
3.094
Etichette

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.