San Nicolás del Puerto Puente de Piedra

Sevilla enamora

Cappella della  Safa fu edificata nel 1983. Si tratta di un edificio strutturato in un'unica navata a mezza botte, sorretta da archi diatoni, appoggiati su lesene.

All’interno si trovano le immagini di Sant’Antonio e San Paolo (XVIII secolo), provenienti dall’ormai estinto convento di San Paolo della Brenna.

Della fine del XIX secolo, a pianta rettangolare, la navata centrale è coperta da una volta a mezza botte con archi diatoni, mentre le due laterali da volte a crociera. 

Un tempo conosciuto come di San Ginés. Si trova nel viale omonimo e probabilmente rappresenta un'antica opera mudéjar alla quale apparterrebbero i muri esterni della cappella maggiore, totalmente restaurata nel XVIII secolo.

Il suo nome ufficiale è Convento de Nuestra Señora de la Candelaria, ma è stato anche chiamato convento di San Francisco o de la Victoria. Fu fondato il 1° febbraio 1555 da Juan Téllez Girón, IV, conte di Ureña. Il tempio e le sue dipendenze hanno subito gravi aggressioni durante questo secolo a causa dei continui mutamenti sociali, politici ed economici dell'epoca.

La Chiesa parrocchiale Santiago el Mayor risale al XVII secolo e subì varie ristrutturazioni durante il XVIII secolo.

L’edificio presenta una sola navata, divisa in sei sezioni, e abside semicircolare. I soffitti sono formati da volte a botte lunettate tra archi doppi, e una cupola semisferica si trova sul pinnacolo dell’antipresbiterio e una semicupola nella cappella maggiore. 

Il principale monumento di Lora de Estepa è la chiesa parrocchiale di San Michele. Si tratta di un edificio a navata unica, coperto da volta a botte con diatoni a cui venne aggiunta, anni fa, un’altra volta sul lato sinistro. Lo stato attuale della costruzione va fatto risalire non oltre il XVIII secolo, anche se sono state rilevate delle ristrutturazioni posteriori.