Écija Palacio Peñaflor

Siviglia ti fa innamorare

Il Centro Andaluz de Arte Contemporáneo (C.A.A.C.) venne fondato nel febbraio 1990 con l’intenzione di dotare la Comunità Autonoma di un’istituzione appropriata per la ricerca, conservazione, promozione e divulgazione dell’arte contemporanea.

È uno dei principali accessi alla zona nord dell'isola della Cartuja e si trova nelle vicinanze del Parco Scientifico e Tecnologico e al parco tematico Isla Mágica.

Gli ingegneri incaricati della progettazione furono Marcos Jesús Pantaleón e Juan José Arenas, anche in questo caso in vista della Expo '92.

In un pianeta occupato per due terzi da mari e oceani, la navigazione è sempre stata un ponte tra culture e ha contribuito alla conoscenza del nostro mondo.

Il giardino apparteneva al Padiglione Natura dell'Expo 92 ed è unico in Spagna per il suo contenuto esclusivo in specie americane, alcune uniche al mondo. Dal design paesaggistico, è strutturato in diverse aiuole dalla forma irregolare insieme a una rete di viottoli e sentieri sterrati e acciottolati che lo attraversano in tutta la sua estensione.

Il Parco del Alamillo si trova nella parte settentrionale della Isla de la Cartuja, alla periferia della città di Siviglia, dopo aver attraversato il fiume Guadalquivir dal Puente del Alamillo. Questo grande polmone verde permette di svolgere e godere di numerose attività sportive e ricreative all'aria aperta a contatto con la natura.

Il ponte del Alamillo di Siviglia è un ponte strallato con un pilone di contrappeso sul fiume Guadalquivir.

In occasione dell'Expo del ‘92, Siviglia ha messo a disposizione 215 ettari di terreno per l'evento dell'anno.