Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Cimitero di San Fernando

145
0

Definito da molti "il museo a cielo aperto di Siviglia", si trova a nord della città, alle spalle dell'Hospital de San Lázaro dal 1852. La bellezza di molti dei suoi monumenti funerari ne rende la visita altamente raccomandabile.

Il Cimitero di San Fernando fu inaugurato nel 1852, rispondendo all'esigenza di concentrare le sepolture in un unico luogo, non solo in chiese e cimiteri già saturi nel XVIII secolo a causa della crescita demografica e delle epidemie che affliggevano Siviglia.

Il cimitero di San Fernando venne costruito durante l'anno 1852 e aprì i battenti per la prima sepoltura il 1º gennaio 1853. È costituito da strade principali dove ci sono tombe, mausolei e monumenti funerari di toreri, cantaores, ecc.

Tra le opere d'arte che possiamo trovare nel Campo Santo sivigliano ci sono il Pantheon di Joselito “el Gallo”, suo fratello Rafael e Ignacio Sánchez Mejías, Il Cristo Crucificado de las Mieles, il Pantheon di Antonio "El Bailarín", quello dei toreri "Paquirri" e Juan Belmonte ed infine, quello di altri personaggi storici tra cui spiccano Juanita Reina, Gitanillo de Triana, Espartero, Diego Martínez Barrio, Antonio Susillo…
L'intero recinto è abbellito da filari di cipressi, l'albero funerario per eccellenza, e da palme, che simboleggiano il trionfo della vita e dell'eternità.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.