Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa di Nostra Signora delle Grazie

463
0

L'attuale edificio è stato costruito sui resti di due precedenti chiese, risalenti, rispettivamente, al XVI e XVII secolo. Sebbene la costruzione dell'attuale Chiesa sia iniziata nel 1723, non fu inaugurata fino al 1800.

Si tratta di un fabbricato composto da tre navate. Sulla facciata ci sono due porte, una frontale, che si affaccia su Plaza de la Constitución, e un'altra sul lato dell'Epistola. Il campanile si trova alla sinistra della facciata frontale ed è realizzato in mattoni a vista.

L'interno è decorato con diverse pale d'altare. Spicca la pala d'altare maggiore, in stile neoclassico, opera di Francisco de Acosta e Antonio Chamarro; nella nicchia centrale è visibile la Madonna delle Grazie, del XVIII secolo.

La navata di sinistra ospita una pala d'altare realizzata da José Fernando de Medinilla nel 1732, in cui spiccano un crocifisso della Vera Croce e una Madonna Addolorata, opera di Juan de Astorga nel 1819, attualmente la patrona della città. Troviamo anche dipinti di San Giovanni Apostolo, Maria Maddalena e Gesù sulla via del Calvario.

In questa stessa navata possiamo osservare un'altra pala d'altare con un'immagine di Santa Brigida. Nella navata destra si trova una pala d'altare con una Madonna della Candelaria (entrambe le immagini, datate del XVIII secolo, provenivano dall'Eremo di Santa Brigida, che sarebbe scomparso a causa dell'invasione francese di inizio XIX secolo).

Nella navata destra c'è anche un rilievo della Madonna dell’Antica del XVII secolo. La Chiesa custodisce anche una Vergine di Guadalupe del 1675.

Etiquetas

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.