Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Bagni Arabi

1203
1

Questo sito archeologico, datato tra il XII e il XIII secolo, consiste in un edificio rettangolare la cui funzionalità era il bagno pubblico o hammam, di cui affiora in superficie solo una struttura rettangolare lunga 8 metri per 4 metri di larghezza, che corrisponde alla stanza tiepida dell'hammam, costruita con sottili mattoni rettangolari disposti nel lato a vista e coperta da una volta, traforata da aperture a forma di stella a otto punte, che avrebbero avuto la funzione di feritoie.

Il bagno ha subito modifiche in epoca contemporanea, giacché il proprietario dei terreni ha chiuso le porte originarie e ne ha aperta una nuova nel muro S. I bagni di Palomares hanno la particolarità di essere gli unici con queste caratteristiche nella zona rurale della provincia di Siviglia.

Il bagno è composto da tre sale, una fredda, una tiepida e una calda, e una sala d’accesso o spogliatoio, collegate da un corridoio trasversale.

Lo spogliatoio è molto deteriorato e danneggiato, a causa della costruzione, ai tempi della dittatura di Primo de Rivera, della vecchia strada per Gelves. La sala fredda (al-bayt al-barid) è completamente distrutta e si può vedere solo la base delle varie pareti. La sala tiepida (al-bayt al-wastani), invece, è l'unica completa. La sala calda (al-bayt al-sajun) conserva la solettatura “a palma” alle estremità della sala. Si osservano due vasche quadrangolari chiamate anche pile di immersione. Tra le due pile è situato l'accesso alla zona per la caldaia e alla legnaia.

Il bagno è stato oggetto di scavo e restauro nel 2001, dopo essere stato dichiarato Bene di Interesse Culturale (B.I.C.) dalla Giunta dell’Andalusia.
 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.