Toros vista pájaro

Siviglia, bella e diversa

Il Real Alcázar di Siviglia, la cui costruzione iniziò nell'alto medioevo, è formato da un gruppo di palazzi sontuosi dove si sovrappongono molteplici stili: dall'arte islamica dei suoi primi abitanti, al mudéjar e al gotico, del periodo successivo alla conquista della città da parte delle truppe castigliane, fino allo stile rinascimentale e barocco delle riforme successive.

Questo palazzo appartenne ai marchesi della Garantía e, attualmente, è di proprietà dei signori Cárdenas Osuna e Jiménez Alfaro. 

La facciata si erge con mattoni a vista e presenta un elegante portale del XVIII secolo con lo scudo del marchesato. Il portale spicca per le bellissime proporzioni, il progetto e la splendida esecuzione. 

Il Palazzo dei Granados è un viaggio nel tempo attraverso spazi vissuti con intensità, nobiltà e conquiste.

Salvato dall’oblio, questo armonico edificio, restaurato come hotel, offre ai visitatori l’opportunità di recuperare la pace interiore tra spazi luminosi, fontane, antichi melograni e aranci. 

Il complesso del Real Alcázar di Siviglia prende origine dall'evoluzione dell'antica Hispalis romana durante il Medio Evo, quando la città assunse il nome di Ixbilia.

Il Parco di María Luisa è formato in parte dai giardini del Palazzo di San Telmo, donati nel 1893 alla città di Siviglia dall'Infanta María Luisa (duchessa di Montpensier) e che vennero inclusi nel patrimonio urbano nel 1911. Nel 1893 vennero costruiti il Costurero de la Reina e una serra con struttura metallica.

Le origini di questi giardini risalgono al regno di Al-Mutamid, famoso monarca del regno di Taifa di Siviglia; il loro nome deriva dal nome della laguna locale, “al-buhayra”; qui sarebbero stati situati dei giardini destinati allo svago e più tardi, su commissione di Abu Yacub Yusuf sarebbero stati ampliati con migliaia di olivi, vigne, frutteti e palmeti.

Il giardino apparteneva al Padiglione Natura dell'Expo 92 ed è unico in Spagna per il suo contenuto esclusivo in specie americane, alcune uniche al mondo. Dal design paesaggistico, è strutturato in diverse aiuole dalla forma irregolare insieme a una rete di viottoli e sentieri sterrati e acciottolati che lo attraversano in tutta la sua estensione.