Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa di Santa Maria delle Grazie

147
0

È sita nella parte alta del paese, nella vecchia strada conosciuta come El Porche, oggi via dedicata a Don Juan de Dios Corrales Gálvez, parroco della chiesa per cinquantatré anni. Dove anticamente vi era una piccola cappella o oratorio privato dei Conti di Gelves, oggi sorge questa bella chiesa barocca, le cui origini risalgono al XVI secolo.

La pala d'altare della chiesa di Santa Maria delle Grazie, in stile barocco e neoclassico (a causa dell’importante restauro che ebbe luogo nel XVIII secolo), presenta una pianta a croce latina formata da un'unica navata, a pianta rettangolare, con crociera e cappelle laterali addossate sul fianco sinistro, mentre quello destro è costituito da nicchie. Infine, la navata è coronata da una cupola emisferica su pennacchi, che mostrano gli stemmi ducali. L'edificio presenta volte a mezza botte, ad eccezione della crociera, come sopraindicato.

La Madonna delle Grazie, patrona della città, troneggia sulla pala d'altare come immagine “da vestire”. Si tratta di un'immagine di autore ignoto, ma, secondo gli esperti, potrebbe appartenere al circolo di Duque Cornejo, probabilmente del XVII secolo.

Sono da segnalare gli affreschi presenti all'interno del tempio.

Il fonte battesimale in marmo bianco risale agli inizi del XVII secolo, e in esso fu battezzato Joselito “El Gallo”, torero nato a Gelves nel 1895.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.