Écija Palacio Peñaflor

Siviglia ti fa innamorare

La chiesa di San Juan Bautista venne fondata probabilmente dopo la conquista cristiana di Marchena e potrebbe essere legata alla presenza dell’ordine di San Giovanni nel paese, documentata nel XIII secolo. Di quest’epoca primitiva resta solo la cappella che si trova sotto il campanile.

La Parrocchia di Nostra Signora della Neve è un’interessantissima chiesa costruita agli inizi del XIV secolo, successivamente ampliata nel terzo quarto del XVI secolo, e di cui vanno segnalate la torre-facciata e la magnifica pala d'altare maggiore gotica, del 1500 circa.

La antica Chiesa in stile mudéjar fu distrutta dal terremoto di Lisbona nel 1755; di essa rimasero solo il tabernacolo barocco e la torre. Al suo posto, si edificò nel 1776 l'attuale chiesa neoclassica, su progetto dell'architetto Lucas Cintora.

Sorprende la chiesa priorale di Santa María de la Asunción di Carmona per la monumentalità della sua architettura gotica. Dal XVI secolo accoglie un ricco patrimonio artistico esposto nel museo che dà al Patio degli Aranci, resto mussulmano dell’antica moschea. 

L’oggetto di maggior spicco è, senza dubbi, il fastoso ostensorio realizzato da Francisco Alfaro tra il 1579 e il 1584.