Romerías

Siviglia ti fa innamorare

Doñana si estende in un'immensa pianura tra Siviglia e l'Oceano Atlantico. Sole, aria, acqua e fango sono i protagonisti per centinaia di chilometri lungo questo enorme bacino geologico disabitato, storia di un'Andalusia erosa, trasportata e sedimentata qui da milioni di anni.

Con questa guida intendiamo approfondire e stimolare la conoscenza del territorio, vogliamo fornire uno strumento utile per godere di questo ambiente sivigliano, gioiello d'Europa e paradiso per gli amanti della natura e dell'ornitologia.

Questa Zona Speciale di Conservazione (ZSC) ha una superficie di 4.772 ha, la maggior parte dei quali appartiene alla provincia di Siviglia.

Inizieremo il tragitto dalla Avenida Doctor Fleming a Las Cabezas de San Juan, fino ad arrivare a una rotonda. Dovremo girare a destra sulla calle Blas Infante. A 100 metri si arriva a un incrocio in cui dovremo continuare di fronte per l'Avenida Jesús Nazareno; qui usciremo da Las Cabezas sulla strada SE-5208.

El Brazo del Este (Braccio dell’Est) fu uno degli antichi corsi in cui si divideva il fiume Guadalquivir nel suo tratto inferiore. Nel raggiungere la pianura della maremma, il Guadalquivir si ramificava in diversi bracci di diverse dimensioni.

Si tratta di uno degli spazi naturali più importanti del continente europeo. È un’importantissima area di svernamento, transito e nidificazione per numerose specie di uccelli. Allo stesso tempo, è una delle ultime roccaforti di specie faunistiche a rischio di estinzione, come l'aquila imperiale o la lince iberica.

Si tratta di uno degli spazi naturali più importanti del continente europeo. È un’importantissima area di svernamento, transito e nidificazione per numerose specie di uccelli. Allo stesso tempo, è una delle ultime roccaforti di specie faunistiche a rischio di estinzione, come l'aquila imperiale o la lince iberica.