Écija Palacio Peñaflor

Siviglia ti fa innamorare

Cappella del Santísimo Cristo de la Cárcel, situata nella Plaza Principal, oggi denominata di Antonio Mairena, la quale era collegata all’antico carcere della località, dal quale prende il nome.

La cappella risale alla fine del XVIII secolo e venne costruita per venerare l’immagine scomparsa di un Crocifisso e venerato da metà del XVII secolo.

Il Palazzo dei Conti di Castellar, sede attuale del municipio cittadino, è un edificio costruito tra i secoli XV e XVI, ridotto ad un cumulo di macerie attorno al 1977.

Si tratta di un antico eremo cristiano che in origine poteva essere una moschea araba di cui si conserverebbe il mihrab1. Dopo i lavori di restauro cessò di essere usato come deposito carcerario. 

Si trovava in Calle Sierpes e la sua origine risale alla Distribuzione di Siviglia dopo la Riconquista della città da parte di Fernando III nel XIII secolo. Dove oggi si trova la taverna Entrecárceles, prima c'erano le celle in cui anche Miguel de Cervantes trascorse un periodo della sua vita.

Il Municipio di El Coronil si trova nel centro geografico della località. 

Il Museo Archeologico Padre Martín Recio, in Estepa (Siviglia) è situato nell’ex carcere di Estepa ed espone pezzi che vanno dal Paleolitico fino al Medioevo, ritrovati in tutta la regione.

Il museo è composto da due sale e una galleria superiore. Forse l’opera più interessante è un Eros Dormiente del secondo quarto del II secolo d.C.