Osuna Colegiata

Siviglia, bella e diversa

Si trova in quella che oggi è una strada centrale del paese, e che anticamente era nota come Calle de San Benito.

Il luogo attualmente denominato Cortijo Torre de la Reina corrisponde alla sede della retroguardia di uno dei campeggi del Re Fernando III il Santo durante la conquista di Siviglia; verso la fine del XIII secolo e l'inizio del XIV il casale fu di proprietà della Regina Maria de Molina e a questa circostanza è dovuto il nome di questo complesso.

La sua privilegiata posizione che domina i vasti territori a nord che plasmano la campagna, ne ha propiziato gli insediamenti in tempi molto antichi. Il castello iniziò come baluardo difensivo degli iberico-turdetani, nel V secolo a.C., diventando con i Cartaginesi, 200 anni dopo, una torre di guardia.

Dichiarato BIC nel 1985

Nel comune sivigliano di Aznalcóllar c'è un monumento islamico, edificato a scopi religiosi, unico in Andalusia: una zawiya. Questo tipo di edificio è una scuola o  monastero islamico, che si usava costruire nelle zone del Maghreb e dell’Africa occidentale.