La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Villamanrique de la Condesa

241
3

Villamanrique de la Condesa, porta di Doñana e anticamera del Rocío

Alle porte del Parco Naturale di Doñana troviamo Villamanrique de la Condesa, una località sivigliana dove si respira lo spirito rociero. Secondo la leggenda infatti, un cacciatore locale trovò l’immagine della Virgen del Rocío in un albero e dal quel momento la vita e l'essenza di questo paese ne fu segnata. Visita il suo Centro Interpretazione per conoscere lo spirito e la storia di Villamanrique, l'antico villaggio tartesso di Mures. Non perderti il Passaggio delle Confraternite verso il Rocío, una festa dichiarata di Interesse Turistico dell’Andalusia, ma soprattutto goditi il suo ambiente naturale unico. 

A Villamanrique de la Condesa il turismo naturale ha un valore incalcolabile. Itinerari a cavallo, trekking o cicloturismo sono alcune delle attività che puoi realizzare mentre ti addentri nell'area di Doñana e ne contempli i paesaggi unici.   

Un’altra attrattiva di questa località anticamera del Rocío è la sua gastronomia. Prova la carne sancochá o il tostón con sardinas, piatti tipici della cucina locale. Notevole è anche il suo artigianato, esposto nella Fiera del Turismo e delle Tradizioni dell’Area di Doñana con il tradizionale ricamo degli scialli di Manila e i lavori locali di selleria.

Villamanrique de la Condesa, un paese dove natura, storia, tradizione popolare e gastronomia sono i tratti distintivi. 


Come arrivare

In auto da Siviglia, prendi la superstrada A-49 fino all’uscita 16, in direzione dell’A-473. Passerai per Benacazón, Anzalcóllar e Pilas per poi arrivare a destinazione. 

Villamanrique de la Condesa non ha una stazione ferroviaria, quella più vicina si trova a Benacazón dove ferma la linea locale C5 che puoi prendere dalla Stazione di Santa Justa di Siviglia. Una volta arrivato, dovrai prendere un taxi per raggiungere la tua destinazione. 

In autobus da Siviglia, dalla Stazione di Plaza de Armas c’è la linea giornaliera M-169 in direzione di Pilas-Villamanrique. 


Come muoversi

A Villamanrique de la Condesa l’opzione migliore è passeggiare per le sue belle strade e le sue ampie piazze. Essendo una località piccola potrai visitarla senza stancarti. Inoltre, puoi andare a cavallo, fare trekking o cicloturismo nel Parco Nazionale di Doñana. 


Motivi per visitarla

  • Vivi la festa maggiore della località, il Passaggio delle Confraternite a maggio quando si dirigono al Rocío. Dichiarata di Interesse Turistico dell’Andalusia. 
  • Visita il Centro Interpretazione Etnografica “Camino del Rocío” per conoscere tutto su questo pellegrinaggio iniziato a Villamanrique otto secoli fa. 
  • A aprile non perderti la Fiera del Turismo e delle Tradizioni dell’Area di Doñana, con lavori artigianali di selleria, forgiatura, ricami e il Campionato Internazionale di Gioghi e Carrettieri.
  • Dirigiti all’Associazione di Tamburini dove ti insegneranno a suonare il tradizionale tamburello rociero. In questo gruppo si formano i musicisti che suonano per le varie confraternite della Spagna. Lo stesso vale per l’Associazione dei Bovari, dove perfezionano la tecnica di addestramento dei buoi che trainano i carri e i simpecados rocieros. 
  • Ammira il ricamo artigianale degli scialli di Manila nel laboratorio di Ángeles Espinar, premiata con la Medaglia d’Oro al Merito delle Belle Arti per conservare questa tradizione andalusa. 
  • Non dimenticarti di assaggiare le rosas de miel, i dolci tipici che gli abitanti di Villamanrique si portano nel loro pellegrinaggio al Rocío.  
  • Le capanne marismeñas erano le antiche case degli abitanti di Las Marismas, oggi ne restano poche ma averne una è di moda, quindi non sorprenderti se vedi qualche locale con una capanna a modo di casa di svago. 


Cosa visitare 

Tutta la vita di Villamanrique si svolge in Plaza de España, dove si erge la Chiesa di Santa María Magdalena, il tempio principale del paese. Nella parte posteriore troviamo il Palazzo di Orleans, il quale vide crescere la madre del re emerito Juan Carlos I. È chiuso al pubblico, si possono visitare i giardini. 

Non appena arriverai a Villamanrique noterai il suo ambiente rociero. Passeggiando per le sue vie vedrai che in alcuni edifici ci sono testi con la parola Rocío. Sono versi e frasi appartenenti alla Letteratura Universale. Visita la sua centenaria Casa Confraternita, dove è raccolta tutta la storia di questo pellegrinaggio, poiché al suo interno accoglie il Centro Interpretazione Etnografica “Camino del Rocío”. Qui troverai anche resti dell’antico villaggio tartesso di Mures. 

Sapevi che il torero Pascual Márquez era di Villamanrique de la Condesa? La località gli rende omaggio con una scultura in suo onore, situata nella via in cui nacque il torero e che porta il suo nome. Qui si trova anche il laboratorio di ricamo degli scialli di Manila, Ángeles Espinar, il quale ha ricevuto la Medaglia d’Oro al Merito delle Belle Arti per portare avanti questa tradizione. 

Per concludere la tua visita, dirigiti alla Dehesa Boyal dove ti verranno offerti diversi itinerari nel Parco Nazionale di Doñana, a cavallo, in 4x4, a piedi o in bicicletta. Scegli quello che preferisci e scopri i paesaggi unici di quest’area protetta. 


Luoghi da visitare

  1. Chiesa di Santa María Magdalena
  2. Monumento a Pascual Márquez
  3. Palazzo di Orleans
  4. Dehesa Boyal (dove pernottano molte confraternite), murales e monumento della Virgen del Rocío
  5. Centro Interpretazione Etnografica “Camino del Rocío”
  6. Corredor Verde del Guadiamar
  7. Parco Nazionale di Doñana


Dintorni

Villamanrique de la Condesa si trova a 38 chilometri da Siviglia, nella parte sud occidentale della provincia. I suoi dintorni presentano paesaggi di estrema bellezza, tra paludi e pinete, nel cuore del Parco Nazionale di Doñana, uno degli spazi protetti più importanti d’Europa. 

Territorio
Guadalquivir-Doñana
Estensione
57.70 Km²
Altitudine
31.00 m
Nº abitanti
4.478

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.