La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

La Roda de Andalucía

322
3

La Roda de Andalucía, enclave tra province

La Roda de Andalucía è una località della Sierra Sur situata in un punto di frontiera, posizione che ne ha segnato la storia. Durante il Medio Evo fu la dogana tra il regno cristiano e quello di Granada, per questo prese il nome di la “Roda” ovvero “tassa” in arabo antico. Nel XIX secolo la sua stazione ferroviaria collegava il centro dell’Andalusia con Cordova e Malaga. Inoltre, attualmente è l’ultimo comune della provincia di Siviglia che troviamo sulla A-92 in direzione del sud-est andaluso.

Grazie a questa posizione, nel cuore dell’Andalusia, si viene accolti da gente aperta e cordiale, abituata ai viaggiatori e ad offrire il meglio della sua terra. Qui il salmorejo si chiama “porra” sotto l’influsso del gergo tipico di Malaga. I dolci tipici invece sono le paste frolle e gli “ochíos” che derivano dalla tradizione del Marchesato di Estepa, di cui questa località fece parte. Per lo stesso motivo, conta su di una tradizione di coltivazione degli olivi, con olive da tavola e olio extra-vergine d’oliva come prodotti d’eccellenza dell’economia locale.

Le feste di La Roda godono di vasta popolarità in tutto il comprensorio. Soprattutto le celebrazioni della Settimana Santa, dichiarata di Interesse Turistico Nazionale, o la Fiera di San Pietro, in giugno, che dà il benvenuto all’estate.  

Visita e scopri personalmente La Roda de Andalucía, località della regione di Siviglia a cavallo tra due province. 


Come arrivarci

Partendo in automobile da Siviglia bisogna prendere l’autostrada A-92 fino all’uscita che indica La Roda de Andalucía. Ci si mette circa un’ora e venti minuti. 

Nella località esiste una stazione ferroviaria ma dal 2013 non realizza servizio di trasporto di passeggeri. È possibile comunque viaggiare in autobus partendo dalla stazione del Prado di San Sebastián del capoluogo andaluso. 


Come spostarsi

Passeggiando è facile scoprirne il fascino monumentale. Ci si può anche portare la bicicletta per escursioni nel suo ambiente naturale, oppure una buona idea è anche praticare il trekking. 


Buone ragioni per visitarla

  • Visita il Museo ferroviario per osservare le trasformazioni di questo paese da quando è comparso questo mezzo di trasporto nel XIX secolo. 
  • Segui l’itinerario dei sentieri per la zona del ruscello Salinoso e dove potrai ammirare il ponte romano.
  • Rilassati passeggiando nella zona della Laguna del Tejar, dove potrai anche osservare numerose specie avicole. 
  • Fai una visita guidata della bellissima Hacienda del Polvorín dove ti racconteranno la storia del suo nome.
  • Prova il ‘majaillo’ di asparagi e la “olla andaluza” alla mentuccia, piatti tipici del paese.
  • Vivi la frenesia della Processione di San Pancracio in maggio. La statua viene trasportata in un carro trainato da buoi, come si faceva nell’antichità. 
  • Vieni ad accogliere l’estate con la Fiera di San Pietro. Divertimento garantito!
  • I festeggiamenti locali per la Settimana Santa  sono stati dichiarati Festa di Interesse Turistico Nazionale dell’Andalusia ed è una delle più popolari del comprensorio. 


Cosa visitare

Comincia la tua visita dalla calle Real, la via principale nella quale si erge il Municipio. È il centro nevralgico del paese in cui troverai negozi, bar e buon ambiente. In questa stessa strada è situata la Cappella del Convento Siervas del Evangelio. L’edificio risale a epoche relativamente recenti ma al suo interno ospita una pala d’altare del  XVII secolo. 

A un minuto da questa strada trovera la Chiesa Santa Ana. Questo tempio fu costruito in due fasi. La prima nel XVII secolo, epoca a cui risalgono abside e transetto; e la seconda nel XVIII secolo, in cui vennero costruite le tre navate. 

Nella calle Doctor Fleming c’è il Museo del Ferrocarril (museo ferroviario). Qui avrai modo di conoscere come l’economia e la storia del paese cambiarono in seguito all’apertura della prima stazione ferroviaria durante il XIX secolo. Potrai ammirare modellini di treno in movimento e pannelli esplicativi. 

Segui ora uno degli itinerari per conoscere il paesaggio che circonda questa località, ovvero il Camino de Antequera, Vía Verde de las Lagunas… Se visiti le zone circostanti il ruscello Salinoso, potrai attraversare il ponte romano che ancora si conserva. Se ti cimenti invece nella risalita della Sierrecilla Luca, potrai visitare l’Eremo San Pancracio, dove a maggio si celebra la tradizionale processione. 


Luoghi da visitare

  1. Cappella del Convento Siervas del Evangelio
  2. Chiesa parrocchiale Santa Ana
  3. Museo ferroviario
  4. Eremo San Pancracio


Ambiente

La Roda de Andalucía dista 129 chilometri da Siviglia città. Si situa nel comprensorio della Sierra Sur, costituendo un enclave privilegiato per l’orientamento in direzione della conca del Guadalquivir e la  frontiera di delimitazione con la catena delle Sierras Subbéticas. Sul territorio municipale scorrono il fiume Yeguas, affluente del Genil, e il ruscello Salinoso.

Territorio
Sierra Sur
Estensione
76.70 Km²
Altitudine
403.00 m
Nº abitanti
4.243
Etichette

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.