La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

El Viso del Alcor

352
21

El Viso del Alcor, una terrazza sulla Campiña

Lasciatevi impressionare dalle splendide vedute della Campiña offerte da El Viso del Alcor. La storia di questa cittadina incastonata in un altopiano è scritta nelle sue belle strade. Passeggiando potete ammirare le case signorili del secolo XVII, godervi il tramonto dal Balcón de Los Alcores o addentrarvi nell’angolo più pittoresco, il Callejón del Viento, dove in estate gli abitanti si siedono ancora per prendere il fresco. 

El Viso del Alcor custodisce con cura i propri costumi, soprattutto quelli riferiti alle sue “fiestas”. Quella più attesa si svolge in settembre in onore della patrona, Santa Maria del Alcor Coronada, venerata dal XIII secolo. Una Vergine molto amata, e molte delle residenti portano il suo nome. Anche la cultura svolge un ruolo importante. Dal 1980 si celebra in settembre il Festival de Cante Grande, che offre il meglio del flamenco. Inoltre qui si svolge un concorso nazionale di pittura, un punto di riferimento nel nostro paese. 

Un’altra attrattiva è la gastronomia; l’olio e le arance sono i prodotti che hanno reso famosa questa località. Se venite dovete assaggiare il “menudo” e il “rabo de toro”, i due piatti tipici. Ma indubbiamente El Viso del Alcor è noto soprattutto per la sua squisita pasticceria. Chiedete i “pechugones”, dolci unici di questa località che vi lasceranno estasiati. 

Storia, cultura, gastronomia e tradizione, la miscela perfetta per conoscere questa terrazza sulla Campiña sivigliana. 


Come arrivare

Se arrivate da Siviglia in auto, percorrete l’autostrada A-4, prendete la strada A-8025 all’uscita 521 e nella Venta la Vereda prendete la SE-209 per arrivare a destinazione in pochi minuti.

Potete percorrere anche la A-92 imboccando poi la strada Alcalá-Mairena, A-398. Arrivando a Mairena prendete la circonvallazione A-392 e arriverete a destinazione.

Non vi sono stazioni ferroviarie però potete arrivare in autobus mediante la linea metropolitana M-126 da Siviglia. 


Come muoversi

Divertitevi a passeggiare per le strade e ad osservare come trascorre la vita quotidiana degli abitanti. Potete anche fare trekking, oppure percorrere in bicicletta o a cavallo la Vía Verde de Los Alcores


Luoghi di interesse

  • Ammirate le migliori vedute della Campiña o un incantevole tramonto dal Balcón de Los Alcores. 
  • Se vi piace il trekking, percorrete la Vía Verde de Los Alcores al passaggio attraverso El Viso del Alcor. Vedrete il sito archeologico della Motilla. 
  • Apprezzate il miglior flamenco durante il Festival de Cante Grande che si svolge in settembre da quasi quarant’anni. 
  • Deliziatevi con i “pechugones” e le “piececitas”, due dolci tipici della località. 
  • Passeggiate per le strade storiche ammirando le case palazzi o entrando nel Callejón del Viento, l’angolo più pittoresco.
  • Godetevi le bellezze naturali nel Parco della Muela, dove ci sono un’area picnic e percorsi per fare esercizio all’aria aperta. 
  • Il “menudo”, piatto tipico di El Viso del Alcor, è riconosciuto a livello internazionale. Provatelo!
  • Fate una visita guidata al Centro Culturale dell’Olivo, Basilippo. Qui apprenderete molto sulla tradizione olearia locale. 
  • Questa cittadina vi farà viaggiare nel passato durante il tradizionale Mercatino medievale che si svolge in aprile. 
  • Non perdetevi la “fiesta grande”, il giorno della patrona Santa Maria del Alcor, il 12 settembre, durante la quale vengono offerti cioccolata e “potaje” (minestra di ceci, Ndt). 
  • Attorno a questa data si celebra anche il famoso pellegrinaggio in onore della patrona. Allegria, cavalli, colori, carri e carretti accompagnano Santa Maria del Alcor Coronada.


Cosa visitare

Iniziate il vostro percorso nella Plaza del Ayuntamiento, dove vedrete la Torre dell’Orologio che apparteneva all’antico Consiglio e ora è diventata un simbolo della località. 

Nelle vicinanze si trova il nuovo Municipio, situato nel Palazzo dei Conti di Castelar, del secolo XVII. Di questa casa signorile si conserva solo la facciata Addossati all’edificio troverete la Chiesa e il Convento del Corpus Christi. La chiesa, in stile barocco, è dominata dalla Vergine della Mercede. Del convento si conservano solo il chiostro e la scala. 

A un minuto da qui, continuando per Plaza Sacristán Guerrero, arriverete alla Parrocchia di Santa Maria del Alcor. È l’edificio religioso più rilevante, eretto sopra una moschea musulmana, che ospita la patrona, Santa Maria del Alcor, e la reliquia Lignum Crucis, un pezzo di legno della croce di Cristo. 

Un altro monumento interessante di questa località è la Cappella del Rosario, che si trova nella via omonima e fu costruita negli anni ‘20 nell’ex deposito del grano. È sempre stata conosciuta come “la casa dei passeri”. L’altare maggiore è occupato dalla Vergine del Rosario e dal Cristo della Vera Croce. 

Continuando a passeggiare per la cittadina e lungo calle Real o calle Albaicín vedrete alcune delle case palazzi che caratterizzano El Viso del Alcor. Salite al Belvedere del Calvario se desiderate ammirare splendide vedute.

Fate una sosta nei bar per degustare il famoso “menudo”, il “rabo de toro” o l’ “ajo”. 

Sicuramente i residenti sapranno indicarvi dove si trova Plaza de la Recovera, con il monumento alla donna lavoratrice, in onore delle donne che si recavano a Siviglia per vendere il loro carico di uova altri alimenti. 

Per concludere preparatevi ad affrontare i percorsi di trekking che partono dal Parco della Muela. Ma se siete molto stanchi, in questo stesso luogo avete la possibilità di passare una giornata gradevole immersi nella natura con una sosta nell’area picnic. 


Luoghi da visitare

  1. Il Palazzo dei Conti di Castelar, attuale municipio
  2. Case palazzo
  3. Torre dell’orologio dell’antico Consiglio
  4. Chiesa e Convento del Corpus Christi
  5. Chiesa di Santa Maria del Alcor
  6. Cappella del Rosario
  7. Parco della Muela
  8. Centro Culturale dell’Olivo, Basilippo
  9. Plaza de la Recovera, monumento alla moglie lavoratrice


Dintorni

El Viso del Alcor dista meno di 30 chilometri da Siviglia, nel cuore della regione della Campiña. Fa parte della Piana de Los Alcores, compresa tra i fiumi Guadaíra e Corbones, con il Guadalquivir a nord. Nei suoi campi predominano gli uliveti, gli aranceti e le coltivazioni di cereali. La Vía Verde de Los Alcores, che collega Alcalá de Guadaíra con Carmona, passa nelle immediate vicinanze. 

Territorio
La Campiña
Estensione
20.00 Km²
Altitudine
143.00 m
Nº abitanti
18.351
Etichette

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.