La provincia de Sevilla

La nostra provincia

Vita e paesaggio in una provincia diversa e monumentale

Aznalcóllar

236
3

Aznalcóllar, di radici minerarie

Hai voglia di immergerti nella natura e di esplorare un paraggio indimenticabile? Se sì, visita Aznalcóllar. Questo paese di radici minerarie è una terra di contrasti nella regione della Via dell’Argento. Il suo paesaggio è dominato da grandi pianure, dal suo famoso bacino e dal Corridoio Verde del Guadiamar. Avrai a tua disposizione una grande offerta di turismo attivo e di avventura. 

Al tempo stesso, questa località, che deve il suo nome agli arabi, custodisce monumenti di pregio, come la Zawiya, il tesoro mudéjar della provincia di Siviglia. Una cappella islamica situata nel cimitero locale, unica in Andalusia. Oltre ai resti dell’acquedotto romano che arrivava fino ad Italica, nei pressi della miniera.

Inoltre, da buon paese della sierra, la gastronomia è un altro dei suoi richiami turistici. Piatti elaborati con cacciagione, stufati caserecci e le tradizionali migas (pane bagnato saltato) con l’aglio sono alcune delle leccornie da provare in questo paese. E soprattutto, non dimenticarti del miele, il prodotto per eccellenza di Aznalcóllar. Questa località è la prima produttrice della regione, per cui i suoi dolci sono delle squisitezze. 

Hai bisogno di altri motivi per visitare Aznalcóllar? Vieni e scoprila tu stesso. 


Come arrivare

Se vuoi arrivare in auto ad Aznalcóllar da Siviglia, devi prendere la superstrada Via dell’Argento, la A-66. A seguire, prendi l’uscita 795 per immetterti nella A-477 in direzione Gerena e prosegui fino a destinazione. 

Questa località non dispone di stazione ferroviaria, ma in autobus puoi arrivare dalla Stazione di Plaza de Armas a Siviglia con la linea metropolitana M-176. 


Come muoversi

Questa località è ideale per passeggiare nel centro storico e scoprirne le bellezze. Offre anche svariate attività all’aria aperta, come il trekking e il cicloturismo, nel suo meraviglioso paraggio naturale. 


Perché visitarla

  • Scopri la Zawiya, un monumento islamico adibito ad uso religioso ed eretto intorno ad una tomba. È una cappella unica in Andalusia e si trova qui, ad Aznalcóllar.
  • Cimentati nel bungee jumping, naviga in kayak o pratica il trekking nel Corridoio del Guadiamar. 
  • Concediti una giornata campestre nell’area ricreativa di Pino Gordo. 
  • Prova il “piñonate” e la “garrapiñada”, dolci tipici elaborati con miele locale.
  • Non perderti, a luglio e agosto, i Pellegrinaggi delle Sante Croci di Sopra e di Sotto e vivi la sana rivalità di queste due antiche fratellanze.
  • Sei un appassionato di gare in mountain bike? Iscriviti alla Gara MTB che si svolge ogni anno in primavera. 
  • Vivi il fervore delle Feste di settembre in onore della Madonna della Fonte Chiara, nel Cortijo Garci Bravo, dove, secondo la leggenda, Ella apparve.
  • Se ti piacciono le migas, vieni nel Giorno dell’Andalusia e ne farai una scorpacciata. Tutti gli anni si organizza un bel banchetto. 


Cosa visitare

Inizia la tua visita al Colle del Castello dove troverai le rovine di questa edificazione medioevale. Scendi ed entra nel cimitero locale, perché dentro troverai un monumento esemplare ed unico in Andalusia, la Zawiya. È una cappella, originariamente araba, che ora fa parte del complesso, ma che inizialmente, era privata. La sua architettura mudéjar è di gran pregio, tanto da aver ispirato l’architetto Norman Foster nella progettazione del primo aeroporto di droni, che si trova in Ruanda. 

Ora, scendi verso il paese e la prima cosa che troverai sarà la Cappella della Croce di Sopra, nella piazzetta omonima. Al suo interno c’è la Madonna del Rosario e il pellegrinaggio si svolge a luglio nella Dehesa de los Llanos. A brevissima distanza, troverai la Cappella della Croce di Sotto, la fratellanza storicamente rivale della precedente. Nella stessa si trova l’immagine di Santa Elena, il cui pellegrinaggio ha luogo un mese dopo rispetto a quello della Croce di Sopra, nella Dehesa del Palmar. La sana rivalità tra le due fratellanze fa parte della cultura e della idiosincrasia di questa località. 

Continua a scendere ed arriverai alla Chiesa di Nostra Signora della Consolazione del XVIII secolo. Al suo interno, custodisce numerose opere d’arte e un pulpito in ferro battuto. Questa parrocchia è la sede della patrona, la Madonna della Fonte Chiara. La sua storia è peculiare, per cui non esitare e chiedi di fartela raccontare. 

Potrai anche contemplare altre edificazioni che punteggiano le sue vie, come l’antico Mulino a Vento o il monumento ai Minatori, per omaggiare un mestiere che, per secoli, ha segnato la vita degli abitanti del luogo. 

Per concludere, cimentati nel trekking nel paraggio protetto del Corridoio Verde del Guadiamar e scoprirai delle vestigia del passato di questa località. Per esempio, troverai i resti dell’acquedotto che arrivava fino all’antica grande città romana di Italica. 


Luoghi da visitare

  1. Castello
  2. La Zawiya (cappella mudéjar e cimitero)
  3. Cappella della Croce di Sotto
  4. Cappella della Croce di Sopra
  5. Convento delle Suore Missionarie di Betania
  6. Parrocchia Nostra Signora della Consolazione
  7. Mulino a Vento
  8. Monumento alla Ferrovia Mineraria
  9. Monumento ai Minatori
  10. Torrione della Dehesilla (in rovina e fuori dal paese)
  11. Resti Mulino - Ruscello de los Frailes
  12. Ponte della Ferrovia
  13. Resti acquedotto di Italica
  14. Corridoio Verde del Guadiamar


Ambiente circostante

Aznalcóllar si trova a 40 chilometri da Siviglia, all’interno della regione della Via dell’Argento. È incastonata tra la Campiña dell’Aljarafe e i primi contrafforti della Sierra Morena. 

Territorio
La Vía de la Plata
Estensione
198.96 Km²
Altitudine
155.00 m
Nº abitanti
6.091
Download
Etichette

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.