FIBES Palacio de Congresos de Sevilla

Turismo À la Carte

Tutti i servizi necessari per un'esperienza memorabile

Casa Pilatos

114
0

La Casa Pilatos, dichiarata Monumento Nazionale nel 1931, costituisce il più notevole esempio di architettura sivigliana del XVI secolo. A iniziare la costruzione furono Pedro Enríquez, sindaco di Adelantado dell'Andalusia, e sua moglie Catalina de Ribera. Suo figlio, Fadrique Enríquez de Ribera, ampliò il palazzo fino alla sua morte avvenuta nel 1539. Il suo aspetto definitivo si deve al suo successore, Per Afán de Ribera, viceré di Napoli, che lasciò in eredità gran parte della collezione archeologica conservata nel palazzo. Il suo nome allude al viaggio a Gerusalemme che Fadrique realizzò nel 1519. Al suo ritorno stabilì la Via Crucis da casa sua, con la prima stazione del Processo a Gesù a casa di Ponzio Pilato.

Nella Casa Pilatos i vari stili si armonizzano in un intricato complesso di edifici che ne circondano cortili e giardini. Splendido è il cortile centrale con arcate dalle forme irregolari, decorate con un'esuberante decorazione di stucchi mudéjar. Ai vertici sono situate due Pallade Atena, copie romane degli originali greci. Lungo il percorso si possono ammirare pregevoli e variegati soffitti a cassettoni, intonaci, pianelle, insieme a dipinti e sculture, testimonianza del passato splendore della città.

Saloni: Salone del Pretorio (180 posti), Gabinetto di Pilatos (80 posti), Cortile Principale (700 posti), Loggia del giardino piccolo (200 posti), Cortile del Apeadero (400 posti), Salone Dorado (60 posti), Salone Descanso de los Jueces (140 posti), Salone de las Columnas (60 posti), Scuderie (300 posti), Gabinetto e Salone del III Duca di Alcalá (200 posti)

 

Servizi

Wifi

Tipo struttura
Capienza
2 300 pax

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.