turismo activo

Turismo attivo

Sfida te stesso in un ambiente naturale senza pari

Itinerario degli eremi:S. Nicolás P. Las Navas de la Concepc.

43
3

San Nicolás del Puerto

San Nicolás del Puerto è una località piccola ma di importante e lunghissima tradizione storica. Le prime civiltà (si pensa che esistessero insediamenti celtici) abbandonarono questa terra sotto la pressione esercitata dall'Impero Romano. I Latini vi hanno lasciato importanti vestigia tra cui la principale è il ponte di pietra sul fiume Galindón, il cui aspetto attuale è dovuto comunque a modifiche medievali. Secoli dopo, in epoca islamica, la cittadina assunse particolare rilevanza, soprattutto per lo sfruttamento delle sue famose miniere d'argento.

La disposizione urbana, organizzata attorno alla Rivera del Huéznar ha influito in maniera decisiva sul suo sviluppo. Attualmente possiede l'unica spiaggia fluviale esistente nella provincia di Siviglia, fattore che, in concomitanza con altre infrastrutture (come le aree ricreative della sorgente del Huéznar e del Martinete), conferiscono una certa vivacità a questo paese nei mesi primaverili ed estivi. 

Alla periferia della città, su una collina, troviamo l'eremo San Diego. Costruito nel XV secolo, è un popolare edificio in stile mudéjar con soffitto in legno. All'interno troviamo una raffigurazione di San Diego, opera di Castillo Lastrucci eseguita nel XX secolo. Possiamo arrivarci prendendo la strada che segue la calle Calvario.

La tappa inizia alla sorgente del fiume Huéznar, per proseguire verso due delle più importanti risorse turistiche della regione, parliamo della Via Verde della Sierra Norte di Siviglia, con la quale condivideremo alcuni chilometri, e del Monumento Naturale Cerro del Hierro, che costeggeremo sul retro e che volendo potremo visitare.

La Via Verde è un tratto ferroviario che collegava la linea Siviglia - Zafra con le miniere del Cerro del Hierro e attraverso la quale veniva trasportato il minerale estratto. In questi ultimi anni è stata abilitata per scopi ricreativi e turistici. La presenza del ferro ha dato origine all'estrazione mineraria in questa collina, a partire dall'epoca romana fino al secolo scorso, che ha lasciato un paesaggio unico per forme e colori dove guglie, caverne e rocce calcaree conformano spettacolari formazioni carsiche.

Las Navas de la Concepción

Una volta oltrepassato El Cerro del Hierro, lasceremo il Camino de Mojón Blanco e svolteremo a sinistra per prendere il Camino Real del Robledo fino ad arrivare a Siviglia, per la quale transiteremo per un breve tragitto. Iniziamo una lunga e talora brusca discesa attraverso i tipici paesaggi mediterranei di macchia, sottobosco e praterie scoscese nei pressi del torrente Arroyo de los Chorreros. Ci dirigeremo alla Rivera de Ciudadeja, lungo il cui corso scenderemo qualche centinaio di metri sempre facendo attenzione, per ritrovarci in un luogo idilliaco in cui è presente l'eremo di Belén. Dopo aver contemplato il paesaggio, inizieremo una salita lungo il sentiero dell'eremo, fino a ridiscendere affrontando gli ultimi metri del cammino che ci porta a Las Navas de la Concepción. In questo piccolo ma bellissimo comune potremo goderci un meritato riposo, dopo aver completato la prima impegnativa tappa dell'itinerario.

URL Pianificatore di itinerari
Categoria
Tracciato
Difficoltà
Lunghezza
25.80Km
Etichette
[]

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.