Pinares de Doñana

Spazi naturali

Più di trecento paraggi e riserve naturali

Laguna di Coripe

149
0

La laguna di Coripe è un’area paludosa di tipo continentale, appartenente al bacino idrografico del Guadalete, sottobacino del Guadalmanil. 

La laguna è inserita in una zona di dolci colline di materiali calcarei e dolomitici, che occupano una piccola depressione carsica formata da due doline adiacenti. Nonostante si tratti di un’area calcarea, la presenza di materiali argillosi nel fondo rende il bacino impermeabile e permette l’accumulo dell’acqua di scorrimento superficiale, responsabile del ricarico idrico della laguna. Le sue acque sono poco mineralizzate e, sebbene sia di tipo stagionale, la laguna conserva l’acqua anche nei periodi di magra.

Tradizionalmente la laguna è stata utilizzata come abbeveratoio per il bestiame, cosicché le sue acque sono eutrofizzate, favorendo la comparsa di masse di alghe filamentose a danno di altre piante acquatiche, sebbene nella zona più profonda esista una densa popolazione galleggiante di ranuncolo.

È necessario sottolineare la presenza in questa laguna di una felce particolare, la Marsileastrigosa, che qui annovera la popolazione più importante in Europa, ed è catalogata come specie a rischio in Andalusia.

La vegetazione perilagunare è molto scarsa, sebbene nella zona di acque poco profonde vi siano canne e una densa zona erbosa con specie nitrofile.

In quanto alla fauna, è opportuno sottolineare la presenza di varie specie di crostacei di acqua dolce e una nutrita popolazione di anfibi che servono come alimento all’avifauna. Quest’ultima utilizza la laguna nella stagione umida per il riposo e l’alimentazione durante la migrazione. I principali gruppi di volatili che si possono trovare sono ardeidi e limicole.

Territorio
Categoria
Altro
Superficie
75.00 Ha

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.