Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Reale Parrocchia di Señora Santa Ana

1602
1

L'edificio della Real Parroquia de Señora Santa Ana, in stile gotico-mudéjar, fu commissionato dal re Alfonso X il Saggio nel popolare quartiere denominato Barrio de Triana. I lavori cominciarono nel 1266 a cura dei mastri scalpellini e maestri d’opere musulmani.

Si tratta del primo tempio cristiano eretto ex-novo a Siviglia dopo la Riconquista nel 1248. Nobili, soldati, mercanti, marinai e cittadini ricchi del quartiere fecero costruire cappelle all'interno del recinto originale del tempio a partire dalla fine del XV secolo; vi fondarono cappellanie e lasciarono le proprie tracce assieme a quelle di grandi scultori, pittori, architetti, orafi e ceramisti che eseguirono le magnifiche opere che oggi possiamo ammirare come elementi facenti parte dell'edificio, o del suo patrimonio artistico.

La pala d'altare maggiore, opera di Nufro Ortega d Nicolás Jurate, contiene quindici tavole di Pedro de Campaña, principale esponente, nella sua epoca, del manierismo. La pala d'altare è stata restaurata integralmente dall'Instituto Andaluz del Patrimonio Histórico tra il 2008 e il 2010.

Il terremoto del 1755 provocò gravi danni al tempio, per cui Pedro de Silva, Capomastro dell'Arcivescovato, lo ristrutturò parzialmente e gli conferì uno stile barocco ancora visibile al suo interno. Gli interni vennero sottoposti a nuovi interventi tra il 1970 e il 1972 sotto la direzione dell'architetto Rafael Manzano allo scopo di riportare alla luce il laterizio e la pietra, per cui venne recuperato l'originario stile medievale.

Dichiarato Sito di interesse culturale nel 1931.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.