Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Palazzo Contessa di Lebrija

105
0

Nel XVI iniziarono i lavori di costruzione della casa signorile che avrebbe dato origine a questo palazzo. Appartenne inizialmente alla famiglia Paiba e successivamente ai conti di Corbos e ai conti di Miraflores. Nel 1901 divenne di proprietà di Regla Majón Mergelina, contessa di Lebrija, che lo fece ristrutturare e lo allestì in modo che potesse accogliere la sua collezione di oggetti di antiquariato.

Questa Casa-Palazzo del XVI secolo è una delle migliori case di Siviglia, dato che dispone di un eccellente gruppo di mosaici romani: le sue sale ospitano inoltre molteplici reperti archeologici di incalcolabile valore storico e artistico: bicchieri, anfore, colonne, vasellame e sculture.

La corte principale è un gioiello architettonico per il soffitto ligneo, la grata in ferro dorato policromo e il pavimento composto da mosaico romano. La bellezza degli elementi decorativi, gli archi arabeschi, le decorazioni di stile plateresco, la facciata e la pianta in stile andaluso sono di notevole bellezza. 

Nel 1901, la Contessa di Lebrija, penultima proprietaria e grande appassionata di archeologia, fece restaurare e decorare la casa con motivi e resti archeologici ritrovati vicino a Itálica. Oltre ai reperti archeologici, si possono osservare elementi dell'epoca araba e romana, una collezione di ghiere da pozzo, anfore, colonne e sculture, busti greco-romani e raffigurazioni mitologiche, più altri reperti di origine cinese e persiana, esposti in pareti o vetrine. Precisamente in una delle vetrine si esibisce la collezione glittica rinvenuta nel Complesso Archeologico di Italica.

La collezione artistica vanta alcuni pezzi di Van Dyck, Bruegel il Vecchio e quadri della Scuola di Murillo.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.