Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Municipio

206
4

Il Municipio venne costruito sopra l’arco della Puerta de Teba verso il 1533.

Il bianco delle sue pareti in calce è rotto dalla doppia fila di balconi. Dapprima spicca una serie di archi sostenuti da doppie colonne appaiate e, a continuazione, osserviamo resti di antiche logge aperte sulla Piazza, due lunghi e ampi balconi continui che accolgono i pilastri rosa con estremità lavorate sui quali appoggiano i piedritti dei vani duplicati che si addentrano nel paramento.

Un po’ più in basso e facendo da angolo dell’isolato, spicca un’altra casa in cui i balconi si trasformano in gallerie con parapetti in ferro battuto. Sono queste ultime architetture domestiche tipiche del XVII secolo, edifici che alleggeriscono le loro facciate per giocare con le ombre e per affacciarsi sulla città ed essere contemplate dalla piazza.

Nei portici del Municipio si trova una versione dello scudo di Osuna nel quale non mancano i due componenti: una torre e due orsi incatenati. La torre presenta di solito tre torrioni; a volte, dietro di questi si affaccia una donna con il seno scoperto; alcuni hanno interpretato questa figura femminile come una presenza della vecchia dea Cana; altri propongono come unica abitante della torre una creatura che ricorda l'enigmatica sfinge alata con un’inquietante metà di ragazza nuda. Gli orsi sono sempre simmetrici e hanno sempre una catena che lega il loro collo all’architettura.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.