Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Fortezza araba di Alhonoz

124
0

È situata tra i territori municipali di Écija ed Herrera. La sua posizione dominante sul territorio circostante favorì lo sviluppo di un importante nucleo urbano in epoca musulmana che sussistette fino alla Riconquista. La fortezza è il giacimento rurale più importante della zona vista la quantità e qualità delle vestigia materiali conservate. 

Costruita tra il XIV e il XV secolo, la fortezza di Alhonoz è giunta fino ad oggi come testimonianza di un'epoca in cui la frontiera con il regno nasride di Granada distava appena a 50 chilometri. Nel corso del XV secolo perdette parte dei suoi borghetti fino a ridursi a una roccaforte di difesa che, per il suo valore strategico, conservò una guarnigione. Fu ristrutturata su ordine del Cabildo di Écija.

La recinzione è quadrata, di circa 24 metri laterali, e posa su di un altipiano con una leggera pendenza in direzione ovest-est. Q torri a sezione quadrata sovrastano i quattro angoli del complesso. Al centro della facciata di Ponente è situata la Torre del Homenaje (lett. Torre dell'omaggio) di pianta rettangolare e dalle robuste muraglie che spuntano dal perimetro del recinto e di cui non si conserva il barbacane. 

L'importanza di Alhonoz negli episodi bellici con Granada fu tale che servì anche come accampamento dell'Infante Fernando nei momenti che precedettero la conquista di Antechera nel 1410. La presa di questa città comportò un allontanamento della frontiera con Granada e un minore protagonismo difensivo di Alhonoz. Infine, con la scomparsa del regno nasride nel 1492, il castello cessò di essere utilizzato per scopi militari, circostanza che ne favorì il posteriore abbandono.

Dichiarata Bene di Interesse Culturale (BIC).

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.