Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Eremo Nuestra Señora de Guaditoca

169
1

L'antico Santuario, risalente al XIV secolo, venne eretto entro i confini del comune di Azuaga ed Enrique Infante di Aragona, Gran Maestro dell'Ordine di Santiago, cedette Guadalcanal parte del territorio appartenente ad Azcuaga il 10 aprile 1428. Ci furono dibattiti e contenziosi tra le due città, per il cui Grande Maestro nominò giudici che si pronunciarono, mediante una sentenza di chiarimento del 20 novembre 1469, a favore di Guadalcanal; la sentenza fu successivamente confermata dai Re Cattolici nel 1494.

Alonso Carrasco de Ortega, discendente dei conquistatori di Estremadura e sua moglie Beatrice de la Rica, ordinarono di far erigere un nuovo Santuario. I lavori cominciarono nel 1638 e si conclusero nel 1647. Il pellegrinaggio annuale (la "romería") venne istituito solo il 24 maggio 1792. In precedenza, la figura della Vergine veniva portata in città solo in casi eccezionali, come quando era avvenuta qualche calamità.

Nel 1718 venne iniziata la costruzione del vestibolo, che si concluse nel 1719. La raffigurazione del Niño Bellotero risale al 1300.

Il 4 settembre 1722, Filippo V attraverso un Regio Decreto, il Patronato e l'Amministrazione del Santuario di Guaditoca, a favore del Marchese di San Antonio y Mira del Río, Signor Alonso de Ortega y Toledo.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.